Contatti

Direttore responsabile
Massimo Zaurrini
Direttore editoriale
Gianfranco Belgrano

Via Val Senio, 25 - 00141 Roma
+39 068860492 - +39 0692956629
Fax: +39 0692933897

Mail

captcha

Tunisia: al via seconda fase progetto per l’occupazione giovanile, grazie alla Cooperazione italiana

La Cooperazione Italiana ha lanciato insieme all’Organizzazione delle Nazioni Unite per lo Sviluppo Industriale (UNIDO), l’Agenzia degli Stati Uniti per lo Sviluppo Internazionale (USAID) e alla multinazionale statunitense dell’informatica HP la seconda fase del progetto “Promuovere l’occupazione giovanile – Mashrou3i”.

A darne notizia con una nota è l’Ambasciata d’Italia a Tunisi, specificando che il progetto prevede un investimento di 14 milioni di dollari con l’obiettivo di creare più di 6000 nuovi posti di lavoro nei prossimi cinque anni in Tunisia.

In base a quel che viene reso noto, attualmente nei governatorati del sud, del centro e del nord della Tunisia, quasi il 40% dei giovani laureati non è in grado di trovare un lavoro. Ad oggi, il progetto Mashrou3i ha contribuito a creare oltre 1.250 posti di lavoro, soprattutto nei Governatorati di Kairouan, Kasserine, Kef e Sidi Bouzid, fornendo sostegno diretto ai nuovi imprenditori nonché corsi di formazione, coaching e assistenza tecnica. Il progetto punta anche a rafforzare le capacità e le conoscenze imprenditoriali delle istituzioni locali di appoggio alle imprese e delle istituzioni accademiche.

Mashrou3i sfrutterà inoltre il programma HP LIFE e-Learning della HP Foundation, una piattaforma online gratuita focalizzata sulle nuove tecnologie della formazione e della comunicazione e sullo sviluppo di soluzioni su misura per i giovani imprenditori tunisini.[MV]

© Riproduzione riservata

Per approfondire:

cover-novembre2016

 

 

La riforma della cooperazione, incanalando i tanti sforzi dedicati al continente, potrebbe aprire un varco verso la creazione e il rafforzamento di logiche di azioni integrate.

La riforma della cooperazione, incanalando i tanti sforzi dedicati al continente, potrebbe aprire un varco verso la creazione e il rafforzamento di logiche di azioni integrate.



__di


Pubblicato il


Leggi anche