Contatti

Direttore responsabile
Massimo Zaurrini
Direttore editoriale
Gianfranco Belgrano

Via Val Senio, 25 - 00141 Roma
+39 068860492 - +39 0692956629
Fax: +39 0692933897

Mail

captcha

Anche Piaggio protagonista alla Settimana della lingua italiana a Khartoum

“Piaggio comincia ad acquistare in Sudan una reputazione importante in tema di agricoltura solidale: l’idea è quella di stimolare l’uso dei veicoli da parte di piccoli operatori agricoli sudanesi, nelle periferie e negli Stati ad alta produttività ortofrutticola, in modo da creare un circolo virtuoso di empowerment e autosostenibilità economica per gli stessi”: lo ha detto l’Ambasciatore italiano a Khartoum, Fabrizio Lobasso, commentando la presentazione nel Paese africano di nuovi veicoli Piaggio a tre e quattro ruote per uso agricolo.

La presentazione si è tenuta in occasione della XVI edizione della Settimana della lingua italiana in Sudan, quest’anno dedicata al Made in Italy, al design e alla creatività; una presentazione che si è trasformata in una notte di gala in collaborazione con il gruppo AFI, colosso dell’agroindustria in Sudan, e importatore di grandi marche italiane come Deutz Fahr, Piaggio, Massenza, Nardi.

Tra le altre iniziative organizzate a Khartoum c’è stata una conferenza su Made in Italy, lingua italiana e design tenuta dal professor Fabio Caon dell’Università Ca’ Foscari di Venezia e organizzata presso il Comboni Italian Center; e un gran finale con un concerto di musica italiana presso i giardini del Museo nazionale di Khartoum alla presenza di 600 spettatori e con ospite d’onore il Maestro Francesco Sartori che si è esibito con il gruppo musicale Contesto e il tenore Marco Cagnin.

“In tutti gli eventi, non è mai mancata la solidarietà  ha aggiunto l’Ambasciatore Lobasso – in collaborazione con l’associazione di charity sudanese IVWG abbiamo raccolto nella settimana alcune migliaia di euro attraverso attività di fundraising, vendita biglietti e lotterie con cui aiuteremo il locale Istituto per Sordomuti di Khartoum”.

© Riproduzione riservata

Per approfondire:

Il numero di maggio è dedicato al nuovo approccio dell’Italia all’Africa, intendendo per Africa la regione subsahariana, dal momento che con l’area settentrionale le relazioni sono state da sempre molto più strette. Il nuovo corso si sta sviluppando su quattro livelli tra di loro comunicanti: cultura, sicurezza, solidarietà, economia

Il numero di maggio è dedicato al nuovo approccio dell’Italia all’Africa, intendendo per Africa la regione subsahariana, dal momento che con l’area settentrionale le relazioni sono state da sempre molto più strette. Il nuovo corso si sta sviluppando su quattro livelli tra di loro comunicanti: cultura, sicurezza, solidarietà, economia

La politica sta aprendo la strada, ma le imprese ancora tardano. Il punto sulle relazioni economiche tra Italia e Africa

La politica sta aprendo la strada, ma le imprese ancora tardano. Il punto sulle relazioni economiche tra Italia e Africa

 

 



__di


Pubblicato il


Leggi anche