Contatti

Direttore responsabile
Massimo Zaurrini
Direttore editoriale
Gianfranco Belgrano

Via Val Senio, 25 - 00141 Roma
+39 068860492 - +39 0692956629
Fax: +39 0692933897

Mail

captcha

Tanzania: economia continua a crescere, +7,5% nel 2017 secondo governo

Il governo della Tanzania ha fissato un obiettivo di crescita economica del proprio Prodotto Interno Lordo (PIL) del 7,5 per cento nel 2017, rispetto ad una stima del 7,2 per cento di crescita che farà registrare al termine del 2016.

A dirlo è stato il ministro per le Finanze e la Pianificazione, Philip Mpango, in una presentazione tenuta ieri di fronte al Parlamento tanzano, durante la quale ha anche precisato che il governo prevede di aumentare la spesa pubblica nel corso dell’anno fiscale 2017/18 del 11,5 per cento per arrivare a 32,9 miliardi di scellini, ovvero 15.1 miliardi di dollari.

Guidata dai settori dei trasporti, costruzioni, comunicazioni e settori finanziari, l’economia della Tanzania è cresciuta del 7 per cento l’anno scorso e nelle settimane scorse anche il fondo Monetario Internazionale (FMI) ha confermato la previsione di crescita del 7,2% per il 2016 anticipata dal governo.

La Tanzania è il quarto più grande produttore d’oro africano, ha vasti giacimenti di gas naturale, carbone, diamanti, uranio e pietre preziose. Il paese poi, negli ultimi anni, si è sempre più posto come hub strategico e logistico per molti paesi sia della regione dell’Africa Orientale che di quella dell’Africa Australe, tra le quali rappresenta una cerniera.

“Gli obiettivi macroeconomici del governo (……) sono di raggiungere una crescita del prodotto interno lordo (PIL) del 7,5 per cento nel 2017, seguita da 7,9 per cento nel 2018” ha precisato Mpango, sottolineando che il governo si è posto come obiettivo un deficit fiscale non superiore al 4,5 per cento del PIL nel medio termine.

Secondo il ministro le entrate fiscali nel 2017/2018 saliranno a 32.9 miliardi di scellini, contro i 29,54 miliardi di scellini del 2016/17.

La spesa pubblica nel corso del prossimo anno fiscale si concentrerà su progetti di infrastrutture, istruzione, progetti sanitari e di acqua, ha detto ancora Mpango.

“Il governo si aspetta di prendere in prestito 900 milioni di dollari da fonti commerciali esterne e 4.434 miliardi di scellini da fonti interne” ha poi concluso il ministro.

© Riproduzione riservata

Per approfondire:

Tanzania



__di


Pubblicato il


Leggi anche