Contatti

Direttore responsabile
Massimo Zaurrini
Direttore editoriale
Gianfranco Belgrano

Via Val Senio, 25 - 00141 Roma
+39 068860492 - +39 0692956629
Fax: +39 0692933897

Mail

captcha

Africa/Marocco: Fondo Africa50: entra anche la Banca Centrale del Marocco

La Banca Centrale del Marocco è entrata ufficialmente nel capitale del Fondo Africa 50, il fondo autonomo incaricato di finanziare lo sviluppo infrastrutturale ed energetico del continente.

Lo riferiscono fonti ufficiali, precisando che i membri del Fondo Africa50 hanno approvato nel fine settimana un nuovo aumento di capitale che ha visto l’ingresso nel capitale in qualità di azionista di Bank Al-Maghrib, la banca centrale marocchina.

La banca marocchina ha acquistato azioni 20 milioni di dollari, in un aumento di capitale che ha registrato anche l’ingresso della Banca centrale degli Stati dell’Africa occidentale (BCEAO).

“Il capitale iniziale del fondo è salito ed ora è pari a 740 milioni tra cui 663 milioni per il finanziamento di progetti e 77 milioni per lo sviluppo dei progetti” ha annunciato il fondo Africa50 in una nota.

Oltre alla Banca Africana di Sviluppo (AfDB) che ha fornito 100 milioni di dollari, il fondo vede oggi al suo interno di 22 paesi africani in qualità di azionisti: Marocco, Benin, Burkina Faso, Camerun, Congo, Gibuti, Egitto, Gabon, Ghana, Costa d’Avorio, Kenya, Madagascar , Malawi, Mali, Mauritania, Nigeria, Niger, Senegal, Sierra Leone, Sudan, Togo e Gambia.

Il Fondo Africa50, che ha sede a Casablanca e che vede nel Marocco uno dei suoi più convinti sostenitori, è un istituto finanziario commercialmente orientato con una propria struttura patrimoniale, una propria gestione e governance.

Africa50 intende mobilitare risparmi a lungo termine all’interno e all’esterno dell’Africa per finanziare progetti infrastrutturali commercialmente validi in tutta l’Africa, con particolare attenzione alle infrastrutture energetiche.

Attraverso un approccio integrato, Africa50 intende investire in progetti di infrastrutture africane su scala lungo l’intera catena del valore.

Il forte impegno dei paesi africani è un primo passo necessario anche per attrarre l’interesse di investitori istituzionali, compresi i fondi sovrani, fondi pensione, compagnie di assicurazione e altre fonti di finanziamento a lungo termine in tutto il mondo.

La capitalizzazione a medio termine di Africa50 dovrebbe raggiungere 3 miliardi di dollari.

© Riproduzione riservata

Per approfondire:

Per gli istituti di credito italiani l’Africa è finora stata una terra lontana e sconosciuta, ma la presenza di sempre più imprese che si avventurano a sud del Sahara chiamerà le Banche ad un nuovo attivismo

Per gli istituti di credito italiani l’Africa è finora stata una terra lontana e sconosciuta, ma la presenza di sempre più imprese che si avventurano a sud del Sahara chiamerà le Banche ad un nuovo attivismo

 

Un hub per cinque continenti, diversificare sfruttando la geografia..Il Marocco ha ‘messo da parte’ i fosfati e scommesso sull’industria, sull’agricoltura e sullo sviluppo delle energie rinnovabili, ma soprattutto sulla propria posizione

Un hub per cinque continenti, diversificare sfruttando la geografia..Il Marocco ha ‘messo da parte’ i fosfati e scommesso sull’industria, sull’agricoltura e sullo sviluppo delle energie rinnovabili, ma soprattutto sulla propria posizione

 



__di


Pubblicato il


Leggi anche