Contatti

Direttore responsabile
Massimo Zaurrini
Direttore editoriale
Gianfranco Belgrano

Via Val Senio, 25 - 00141 Roma
+39 068860492 - +39 0692956629
Fax: +39 0692933897

Mail

captcha

Afr. Australe: Emergenza El Niño, aperto il bando della Cooperazione italiana

Riguarda progetti su sicurezza alimentare e ripresa delle attività agro-pastorali in Mozambico, Malawi, Swaziland e Zimbabwe il bando pubblicato dall’Agenzia italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS) nell’ambito dell’Iniziativa di emergenza per la mitigazione degli effetti della siccità causata dal Niño.

Presentata la settimana scorsa alla Farnesina dal viceministro degli Esteri Mario Giro insieme al direttore generale della Cooperazione internazionale (DGCS) Giampaolo Cantini e dalla direttrice dell’AICS Laura Frigenti, l’iniziativa prevede uno stanziamento complessivo di 10 milioni di euro, sei dei quali saranno assegnati a organizzazioni non governative italiane.

Questa prima fase del bando sarà gestita dalla sede dell’AICS di Maputo, che in accordo con la DGCS, effettuerà il procedimento di selezione di proposte progettuali presentate da ONG idonee operanti nei 4 paesi per la realizzazione di iniziative di emergenza per un importo complessivo di 1.880.000 euro.

I progetti dovranno avere una durata massima di 4 mesi e il tetto massimo previsto per il finanziamento della Cooperazione Italiana è di 100.000 euro a progetto.

Ciascun Organismo proponente potrà presentare 1 o più progetti, fino ad un massimo di 3 , a condizione che si tratti di progetti relativi ad azioni differenti.

Le proposte di progetto dovranno essere presentate dagli organismi proponenti alla sede di Maputo dell’Agenzia entro le ore 16.00 (ora mozambicana) del 2 maggio 2016. Maggiori informazioni, i moduli e le linee guida sono disponibili sul sito internet dell’AICS. [MV]

© Riproduzione riservata

Nella foto: il Vice Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Mario Giro, il Direttore Generale della Cooperazione allo Sviluppo, Giampaolo Cantini e il Direttore dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS), Laura Frigenti, durante la presentazione alla stampa del Piano Nazionale di risposta all’emergenza alimentare, provocata dal fenomeno climatico del “El Nino” in numerosi Paesi dell’Africa. Roma, 11 aprile 2016. ANSA/ANGELO CARCONI

Per approfondire:

La riforma della cooperazione, incanalando i tanti sforzi dedicati al continente, potrebbe aprire un varco verso la creazione e il rafforzamento di logiche di azioni integrate.

La riforma della cooperazione, incanalando i tanti sforzi dedicati al continente, potrebbe aprire un varco verso la creazione e il rafforzamento di logiche di azioni integrate.

 



__di


Pubblicato il


Leggi anche