Contatti

Direttore responsabile
Massimo Zaurrini
Direttore editoriale
Gianfranco Belgrano

Via Val Senio, 25 - 00141 Roma
+39 068860492 - +39 0692956629
Fax: +39 0692933897

Mail

captcha

Etiopia: Ambiente, annunciato ambizioso piano di riduzione gas serra

ETIOPIA – Tagliare le emissioni di anidride carbonica e gas serra del 64% entro il 2030: questo l’ambizioso obiettivo che l’Etiopia (il secondo paese più popoloso dell’Africa) si è posto e che ieri ha annunciato pubblicamente pubblicando il proprio piano (Intendend nationally determined contribution, INDC) su un portale dedicato dalle Nazioni Unite per accogliere le varie proposte nazionali in vista del prossimo vertice di Parigi sul Cambiamento Climatico. (clicca qui per visionare il documento)

Addis Abeba è così diventato il terzo paese africano a svelare la propria strategia (ad Aprile lo avevano già fatto Gabon e Marocco) e quello che finora ha alzato più di qualsiasi altro paese al mondo l’asticella dell’obiettivo da raggiungere.

L’Etiopia prevede di ridurre le emissioni attraverso l’adozione di pratiche più pulite in agricoltura, nell’edilizia e nei trasporti, così come il rallentamento della deforestazione. Fondamentale il piano di produzione di energia da fonti rinnovabili (dall’idroelettrico al solare fino all’eolico e al geotermico), in un paese dove più di tre quarti degli etiopi non hanno accesso all’elettricità e dipendono interamente su stufe a legna, una delle principali fonti di produzione di anidride carbonica.

Per passare dagli attuali 400 milioni di tonnellate di anidride carbonica prodotte alle 145 annunciate per il 2030, il piano prevede (oltre a un aumento sostanziale della fornitura di energia proveniente da fonti rinnovabili) progetti di efficientamento delle stufe per cucinare e il rimboschimento di 7 milioni di ettari del proprio territorio.

“La piena attuazione dell’INDC dell’Etiopia è subordinato ad un accordo multilaterale ambizioso che dovrà essere raggiunto tra le parti e che consentirà all’Etiopia di ottenere il supporto internazionale necessario e un forte stimolo agli investimenti” ha detto il governo etiope annunciando il documento.

“La strategia dell’Etiopia di costruire una economia verde e sostenibile sta indicando la strada ai paesi ricchi – dall’Australia al Giappone – che devono ancora annunciare i loro impegni finali in vista del vertice sul clima che si terrà a Parigi nel mese di dicembre” ha detto Tim Gore, responsabile del settore clima per l’organizzazione umanitaria Oxfam International.

Tra 2008 e il 2011 l’Etiopia ha dedicato il 14% del proprio bilancio nazionale al contrasto del cambiamento climatico, secondo l’ Overseas Development Institute.

La strategia indicata da Addis Abeba richiederebbe investimenti per 7,5 miliardi dollari l’anno, ma il paese, secondo recenti stime,  potrebbe permettersi circa 500 milioni di dollari l’anno. Ecco quindi che l’appuntamento di Parigi potrebbe dimostrarsi utile per raccogliere l’appoggio (anche economico) internazionale.

Per approfondire:

 Leggi il numero dedicato all'Etiopia: dall'economia alla politica.

Leggi il numero dedicato all’Etiopia: dall’economia alla politica.

 Leggi il numero dedicato all'Energia. Schede, dati, interviste per capire le sfide  e le opportunità energetiche del continente.

Leggi il numero dedicato all’Energia. Schede, dati, interviste per capire le sfide e le opportunità energetiche del continente.



__di


Pubblicato il


Leggi anche