Contatti

Direttore responsabile
Massimo Zaurrini
Direttore editoriale
Gianfranco Belgrano

Via Val Senio, 25 - 00141 Roma
+39 068860492 - +39 0692956629
Fax: +39 0692933897

Mail

captcha

Mozambico, Malawi e Zimbabwe: fondi di emergenza per risposta a ciclone Idai

La Banca africana di sviluppo (AfDB) ha annunciato un piano su più fronti del valore pari a 100 milioni di dollari in risposta all’impatto devastante del ciclone Idai in Mozambico, Malawi e Zimbabwe.

A segnalarlo è stata la stessa AfDB, precisando che l’istituto panafricano fornirà assistenza di emergenza ai paesi colpiti e un piano a medio termine per soddisfare le esigenze di ricostruzione delle aree interessate, tra cui un piano di assicurazione contro i rischi climatici.

Il presidente del Mozambico, Filipe Nyusi, ha descritto l’intervento della Banca come unico.

“La Banca africana di sviluppo è la nostra banca – ha detto Nyusi – Ho interagito con la Banca per anni, ma l’intensità dell’impegno con l’attuale leadership della Banca è ancora più elevata del solito”.

In base a quel che viene reso noto, la prima fase del piano dell’AfDB consiste nella creazione di uno speciale fondo di soccorso di 1,7 milioni di dollari per il Mozambico, in particolare per lo sforzo umanitario immediato nelle aree più colpite.

Nella seconda fase, la Banca istituirà un programma di risposta e di ricostruzione, impegnando fino a 100 milioni di dollari per avviare la ripresa economica e la riabilitazione in Mozambico, Malawi e Zimbabwe.

© Riproduzione riservata

Per approfondire:

Un numero dedicato alla Banca africana di sviluppo (AfDB), che sta diventando sempre di più anello di congiunzione tra mondo privato e settore pubblico, finanziando i grandi lavori necessari a colmare il gap continentale.

Dopo il boom in cui sembrava un’economia pronta al grande balzo e la successiva crisi aggravata da sfavorevoli congiunture esterne ed errate valutazioni interne, il Mozambico prova a ripartire mantenendo questa volta i piedi ben piantati in terra



__di


Pubblicato il


Leggi anche