spot_img
0,00 EUR

Nessun prodotto nel carrello.

Mozambico: dal 2023 crescita trainata dal gas

di: Redazione | 24 Giugno 2019

Il Fondo Monetario Internazionale (FMI) prevede che il Mozambico registrerà una crescita economica a doppia cifre a partire dal 2023, quando il consorzio guidato dalla multinazionale petrolifera ENI nel bacino di Rovuma inizierà la produzione di gas naturale liquefatto (GNL), nella regione settentrionale di Cabo Delgado.
Lo riferisce la stampa locale, riportando le dichiarazioni rilasciate all’agenzia di stampa nazionale AIM dal rappresentante del FMI in Mozambico Ari Aisen, che ha sottolineato come la crescita a medio termine del Mozambico farà un significativo balzo in avanti grazie ai ricavi derivanti dall’esplorazione del gas naturale.
“È importante gestire le aspettative, perché la riscossione delle entrate per le casse dello Stato richiederà ancora del tempo, per questo è necessario armarsi di pazienza”, ha detto Aisen, che ha parlato con l’AIM durante il vertice USA-Africa, un incontro di tre giorni che è iniziato mercoledì a Maputo.
Aisen ha anche sostenuto l’importanza della trasparenza nella gestione delle risorse al fine di evitare conflitti e ha raccomandato un maggiore coinvolgimento di tutte le parti interessate, comprese la società civile e le istituzioni finanziarie statali, come la Banca centrale e il Ministero dell’Economia e delle Finanze.
“Queste risorse sono molto alte e quindi possono portare volatilità all’economia locale se non sono gestite correttamente. È anche importante garantire l’indipendenza politica per non influenzare i criteri tecnici nella gestione delle risorse “, ha affermato.

© Riproduzione riservata

Per approfondire:

Dopo il boom in cui sembrava un’economia pronta al grande balzo e la successiva crisi aggravata da sfavorevoli congiunture esterne ed errate valutazioni interne, il Mozambico prova a ripartire

Articoli correlati

Partecipa

spot_img

I Podcast

spot_img

Rubriche