Contatti

Direttore responsabile
Massimo Zaurrini
Direttore editoriale
Gianfranco Belgrano

Via Val Senio, 25 - 00141 Roma
+39 068860492 - +39 0692956629
Fax: +39 0692933897

Mail

captcha

Si svolge oggi a Milano il primo Business Forum Italo Arabo

Dare vita a un nuovo ponte relazionale fra l’Italia e il mondo arabo, per capire dove e come investire e individuare le opportunità di business nei rispettivi paesi. Fare rete, insomma. È uno degli obiettivi che si prefigge il primo Business Forum Italo Arabo, che si svolge oggi a Milano ed è organizzato dalla Joint Italian Arab Chamber, in collaborazione con la Camera di Commercio di Milano e Promos e con il patrocinio del ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. Il Forum, che si svolge a Palazzo Turati per tutta la giornata, si rivolge ad imprese ed aziende, nonché a rappresentanti governativi, membri del Parlamento, ed esponenti della comunità e delle principali istituzioni economiche, sia italiane che arabe. In quella sede, i vari protagonisti coinvolti potranno non solo confrontarsi sulle occasioni di investimento nei rispettivi Paesi, ma anche esplorare la possibilità di sviluppare nuove relazioni economiche. Più nel dettaglio, si discuterà dell’industrializzazione del mondo arabo e di strategie regionali; dell’Italia, come partner per l’industrializzazione e la diversificazione economica; di energie rinnovabili e di infrastrutture e turismo, quali settori prioritari per uno sviluppo sostenibile delle relazioni italo-arabe. Aprirà il Forum Azouz Ennifar, segretario generale della Joint Italian Arab Chamber. Nelle discussioni in programma interverranno, fra gli altri, Angelino Alfano, ministro degli Affari esteri e della Cooperazione Internazionale, Cesare Trevisani, presidente della Joint Italian Arab Chamber, Licia Mattioli, vicepresidente di Confindustria, Piergiorgio Borgogelli, direttore generale dell’Italian Trade Agency e Riccardo Maria Monti, presidente di Italferr.

© Riproduzione riservata

Per approfondire:

Una mappa ragionata del continente con bilanci, prospettive e criticità: al suo interno sarà possibile consultare i dati sull’export italiano e il calendario delle iniziative dell’Agenzia ICE in Africa nel 2017, lo stato della crescita e delle tensioni nel continente, i Paesi che sono cresciuti di più nel 2016.



__di


Pubblicato il


Leggi anche