Contatti

Direttore responsabile
Massimo Zaurrini
Direttore editoriale
Gianfranco Belgrano

Via Val Senio, 25 - 00141 Roma
+39 068860492 - +39 0692956629
Fax: +39 0692933897

Mail

captcha

Zambia: assegnata a società cinese costruzione nuova strada

Lo Zambia ha firmato con una società cinese un contratto da 1,2 miliardi di dollari per estendere un troncone strategico della propria rete stradale.

Ndola. Credit: DON PUGH

Lo hanno reso noto i media nazionali, riportando le parole del presidente Edgar Lungu che nel fine settimana ha annunciato importanti lavori di ampliamento e ristrutturazione della rete stradale che collega lo Zambia con la Repubblica democratica del Congo e i paesi vicini dell’Africa meridionale.
La China Jiangxi Corporation for International Economic and Technical Cooperation (CJIC) costruirà la strada (doppia carreggiata per 321 km) Lusaka-Ndola, che dovrebbe essere terminata nei prossimi quattro anni.
Lo Zambia è il secondo produttore di rame d’Africa e Ndola è la capitale del distretto di produzione del rame zambiano.
“La doppia carreggiata di Lusaka-Ndola migliorerà il flusso del traffico, riducendo drasticamente gli incidenti stradali sulle nostre strade” ha detto Lungu, annunciando il progetto.
“L’aumento del traffico sulle nostre strade a causa delle attività economiche in espansione in diversi settori, soprattutto nel settore minerario, richiede una risposta adeguata come questa”, ha concluso.
Il presidente non ha fatto, invece, alcun riferimento alle modalità di finanziamento dell’opera, che sarà uno dei più grandi progetti infrastrutturali della storia del paese.
La Cina è già molto presente in Zambia dove ha realizzato strade, è coinvolta in progetti agricoli, minerari ed energetici come la centrale idroelettrica da 750 megawatt realizzata nel sud del paese.

© Riproduzione riservata

Per approfondire:

È sulle città che l’Africa, ma per molti versi anche il resto del pianeta, si gioca il proprio futuro. L’immagine stereotipata e ormai datata di un’Africa rurale, fatta di villaggi, capanne e strade in terra battuta, sarà sempre più sostituita da quella di un’Africa urbana.



__di


Pubblicato il


Leggi anche