Contatti

Direttore responsabile
Massimo Zaurrini
Direttore editoriale
Gianfranco Belgrano

Via Val Senio, 25 - 00141 Roma
+39 068860492 - +39 0692956629
Fax: +39 0692933897

Mail

captcha

Uganda: approvata realizzazione due aree di libero scambio

L’Autorità ugandese per le zone di libero scambio (UFZA) ha concesso due nuove licenze di sviluppo per la realizzazione di altrettante aree economiche speciali nei distretti di Jinja, sul lago Vittoria a est di Kampala, e in quello di Kalungu, sempre sul lago Vittoria ma a ovest della capitale.Uganda_Jinja_Streetview
A renderlo noto sono i media locali, specificando che in questo modo sono in tutto tre le zone di libero scambio autorizzate in Uganda: la prima riguarda la Zona economica speciale di Arua, nella regione Settentrionale vicino il confine con la Repubblica democratica del Congo.
In base a quel che ha reso noto la vice-presidente dell’UFZA, Margaret Banga, le due nuove zone di libero scambio saranno destinate soprattutto alla lavorazione di prodotti agricoli per l’esportazione.women-wood
In particolare, la prima licenza è stata assegnata alla società locale Ms Nilus Limited che intende investire una cifra pari a 10,5 milioni di dollari per sviluppare un distretto industriale nel distretto di Jinja per la lavorazione delle foglie di tabacco.
La seconda licenza è stata invece assegnata alla Ms Uganda Wood Impex, che intende realizzare un complesso per la produzione di olii essenziali e legname per l’esportazione verso Cina, Emirati Arabi Uniti e India.

© Riproduzione riservata

Per approfondire:

Cover_Dicembre2013sito-150x210

L’Uganda potrebbe farcela. E farcela davvero. Dopo essersi liberato del conflitto che scuoteva le regioni Acholi, nel nord del paese, e aver rinforzato il ruolo di referente internazionale e regionale in Africa orientale, ora, grazie al petrolio, l’Uganda ‘rischia’ seriamente di riuscire a raggiungere quello sviluppo che il suo presidente anela da tempo.



__di


Pubblicato il


Leggi anche