Contatti

Direttore responsabile
Massimo Zaurrini
Direttore editoriale
Gianfranco Belgrano

Via Val Senio, 25 - 00141 Roma
+39 068860492 - +39 0692956629
Fax: +39 0692933897

Mail

captcha

download

TLC, l’italiana VueTel si consolida e cresce in Africa

Il gruppo italiano di servizi di telecomunicazone VueTel, operante nel mercato dei servizi wholesale internazionali voce e dati, continua a migliorare il suo ruolo in Africa.
Secondo gli ultimi dati finanziari diffusi dall’azienda, infatti, VueTel ha chiuso il 2016 con ricavi per 130 milioni di euro, in crescita del 20% rispetto ai 106 milioni ottenuti l’anno precedente. L’Ebitda aumenta notevolmente passando da 1.3 milioni a 2.2 milioni di euro, in crescita del 70% rispetto al 2015. La posizione finanziaria netta del gruppo si attesta a 4 milioni di euro, in crescita del 187% rispetto agli 1.5 milioni dell’anno precedente. Dopo aver avviato le sue operazioni nei paesi francofoni dell’Africa Occidentale, il gruppo italiano negli ultimi anni ha approcciato con sempre maggior interesse anche i paesi del Nord Africa e del bacino del Mediterraneo. Non a caso il volume dei contratti che VueTel ha stipulato in Nord Africa nel settore del project management e del consulting ad oggi raggiunge i 7 milioni di euro.
“Il piano strategico per il prossimo triennio porterà a una significativa trasformazione della società da operatore di servizi di telecomunicazioni internazionali di fonia a operatore di servizi dati e infrastrutture di telecomunicazioni nel bacino del Mediterraneo e Africa Sub-sahariana” ha detto Giovanni Ottati, Amministratore Delegato di VueTel.
“A fronte di un consolidamento generale della nostra infrastruttura dati finalizzata a fornire nuovi servizi, la vision strategica di VueTel è quella di diventare il partner tecnologico infrastrutturale ideale per gli operatori TLC, ICT e per le aziende nell’area sud del Mediterraneo” ha aggiunto Ottati.
VueTel ha inoltre recentemente sottoscritto una membership con LINX (London Internet eXchange), una delle più grandi realtà mondiali per quanto riguarda i servizi di peering.
L’accordo ha lo scopo di sviluppare le interconnessioni pubbliche con i più importanti fornitori di servizi e di contenuti. Sempre nell’ottica di migliorare la qualità delle rotte, l’azienda ha anche stipulato un contratto di peering privato con Google.
“Tra i fornitori di contenuti, al momento Google è il più importante – ha sottolineato Ottati – Il canale diretto con Google fa sì infatti che i contenuti e servizi siano più velocemente e facilmente fruibili dai nostri utenti”.
Il backbone di VueTel collega in modalità protetta ad anello i più importanti centri di connettività tra
l’Europa e l’Africa: Londra, Parigi, Francoforte e Milano, oltre a Marsiglia e Lisbona, punti strategici di arrivo di cavi sottomarini dall’Africa, dal Middle-East e dalle Americhe.
I servizi dati internazionali puntano ad aumentare la connettività del continente africano e del bacino del Mediterraneo. L’offerta per il mercato business include servizi Internet e di connettività per la realizzazione di reti dedicate e VPN. La rete dati garantisce performance di qualità e latenza del segnale grazie all’utilizzo di tecnologie di rete ed accesso di ultima generazione, a un backbone ad alta capacità totalmente ridondato e a nodi che collegano le principali landing station dei cavi sottomarini con le reti terrestri in fibra ottica.

 

© Riproduzione riservata

Per approfondire:

L’Italia ha finalmente scoperto – o riscoperto – l’Africa. La politica estera, commerciale e di cooperazione dell’Italia in Africa e stata storicamente altalenante, con il prevalere nei decenni recenti di un senso di distanza, timore e disinteresse.

L’Italia ha finalmente scoperto – o riscoperto – l’Africa. La politica estera, commerciale e di cooperazione dell’Italia in Africa e stata storicamente altalenante, con il prevalere nei decenni recenti di un senso di distanza, timore e disinteresse.

 



__di


Pubblicato il


Leggi anche