Contatti

Direttore responsabile
Massimo Zaurrini
Direttore editoriale
Gianfranco Belgrano

Via Val Senio, 25 - 00141 Roma
+39 068860492 - +39 0692956629
Fax: +39 0692933897

Mail

captcha

Accordo strategico tra i porti di Tunisi e Livorno

E’ stato firmato nei giorni scorsi un accordo tra i porti di Tunisi e Livorno. A firmarlo sono stati il commissario dell’Autorità portuale della città labronica, Giuliano Gallanti, e il suo omologo tunisino Sami Battikh.

Le due parti si sono impegnate a studiare e sviluppare progetti di innovazione congiunti nell’ambito della sicurezza marittima e portuale, della sostenibilità ambientale e della semplificazione delle procedure logistiche e portuali.

“Le relazioni tra i porti italiani e la Tunisia sono storiche e consolidate – ha detto Battikh in dichiarazioni riportate dal Sole24Ore – oggi due terzi dell’export/import tunisino con l’Europa passa attraverso l’Italia; questo accordo, centrato sull’innovazione tecnologica, rafforza ulteriormente la cooperazione tra i due Paesi, aggiungendo un ulteriore tassello verso l’adozione di politiche macro-regionali che assicurino un maggior coordinamento delle iniziative tese a implementare le relazioni commerciali tra le due sponde del Mediterraneo”.

Gallanti ha sottolineato il buono stato di salute del porto di Livorno che ha visto aumentare tutti gli indicatori facendone lo scalo italiano che sta crescendo di più. [MS]© Riproduzione riservata

Per approfondire:

 cover-novembre2016

 

Il numero di maggio è dedicato al nuovo approccio dell’Italia all’Africa, intendendo per Africa la regione subsahariana, dal momento che con l’area settentrionale le relazioni sono state da sempre molto più strette. Il nuovo corso si sta sviluppando su quattro livelli tra di loro comunicanti: cultura, sicurezza, solidarietà, economia

Il numero di maggio è dedicato al nuovo approccio dell’Italia all’Africa, intendendo per Africa la regione subsahariana, dal momento che con l’area settentrionale le relazioni sono state da sempre molto più strette. Il nuovo corso si sta sviluppando su quattro livelli tra di loro comunicanti: cultura, sicurezza, solidarietà, economia



__di


Pubblicato il


Leggi anche