Contatti

Direttore responsabile
Massimo Zaurrini
Direttore editoriale
Gianfranco Belgrano

Via Val Senio, 25 - 00141 Roma
+39 068860492 - +39 0692956629
Fax: +39 0692933897

Mail

captcha

Farmaceutica, azienda di Bergamo guarda all’Africa per espansione

Fondo Sviluppo Export, il fondo di SACE (Gruppo Cdp) che apre il mercato dei capitali alle imprese esportatrici italiane, ha sottoscritto un’obbligazione da 10 milioni di euro emessa da Fine Foods & Pharmaceuticals NTM Spa, azienda leader nella realizzazione di prodotti nutraceutici e farmaceutici in forme solide orali, che ha sede a Brembate (Bergamo).

Con questa emissione, Fine Foods & Pharmaceuticals accede al mercato dei capitali per finanziare la costruzione di due nuovi stabilimenti, uno per la produzione di farmaci e uno per la produzione di integratori, puntando al raddoppio della produzione e a un’ulteriore crescita sui mercati internazionali. L’emissione, della durata di sette anni, sarà interamente garantita da SACE e sottoscritta dal Fondo Sviluppo Export ricorrendo alle risorse messe a disposizione da SACE e dalla Banca Europea per gli Investimenti. “Negli ultimi sei anni abbiamo raddoppiato il nostro fatturato, che supererà i 110 milioni di euro nel 2016, con un costante aumento della redditività – ha affermato Marco Eigenmann, Presidente di Fine Foods & Pharmaceuticals –. Con il supporto di SACE, siamo ora pronti a investire in un ulteriore percorso di crescita con l’obiettivo di soddisfare la crescente domanda di prodotti farmaceutici e nutraceutici non solo in Europa, dove vantiamo una posizione consolidata, ma anche nelle geografie ad alto potenziale di Asia e Africa”.

“Siamo lieti di essere al fianco di un’eccellenza Made in Italy quale Fine Foods & Pharmaceuticals e di supportarne i piani di crescita internazionale – ha dichiarato Bernardo Attolico, Direttore Debt Capital Market di SACE –. Il mercato dei capitali offre importanti opportunità alle aziende italiane più performanti e reattive e credo che vi siano ancora ampi margini di sviluppo per esperienze di questo tipo, che siamo pronti a sostenere”.

© Riproduzione riservata

Per approfondire:

Il numero di maggio è dedicato al nuovo approccio dell’Italia all’Africa, intendendo per Africa la regione subsahariana, dal momento che con l’area settentrionale le relazioni sono state da sempre molto più strette. Il nuovo corso si sta sviluppando su quattro livelli tra di loro comunicanti: cultura, sicurezza, solidarietà, economia

Il numero di maggio è dedicato al nuovo approccio dell’Italia all’Africa, intendendo per Africa la regione subsahariana, dal momento che con l’area settentrionale le relazioni sono state da sempre molto più strette. Il nuovo corso si sta sviluppando su quattro livelli tra di loro comunicanti: cultura, sicurezza, solidarietà, economia

La politica sta aprendo la strada, ma le imprese ancora tardano. Il punto sulle relazioni economiche tra Italia e Africa

La politica sta aprendo la strada, ma le imprese ancora tardano. Il punto sulle relazioni economiche tra Italia e Africa

 



__di


Pubblicato il


Leggi anche