Contatti

Direttore responsabile
Massimo Zaurrini
Direttore editoriale
Gianfranco Belgrano

Via Val Senio, 25 - 00141 Roma
+39 068860492 - +39 0692956629
Fax: +39 0692933897

Mail

captcha

L’Africa di domani e i mega trend di oggi

Se l’Africa di oggi è poco conosciuta, l’Africa che verrà, quella dei prossimi 30/50 anni, viene a fatica anche solo immaginata. D’altronde nell’immaginario collettivo l’Africa è un continente sempre uguale a se stesso e da sempre, sin da quel ‘hic sunt leones’ delle cartografie romane, sconosciuto. Diventa difficile quindi immaginare un’Africa urbana. Un’Africa che il prossimo anno, nel 2017 quindi non tra un secolo, avrà più abitanti delle città di Europa e America Latina. Ben 569 milioni di africani vivranno in una città nel 2017, contro i 553 dell’Europa e i 533 dell’America Latina e dei Caraibi. Ma quello delle città è solo uno dei dati che emergono se si decide di andare a guardare i cosiddetti ‘megatrend’ in corso nel continente. Di queste tendenze sono due quelle che maggiormente colpiscono e che, a cascata, guidano i sentieri futuri del continente: demografia e urbanizzazione.

Se entro il 2050 la popolazione africana sfiorerà i 2,5 miliardi di abitanti, per la fine del secolo gli africani saranno quasi 4,5 miliardi, secondo l’ultima revisione delle prospettive demografiche planetarie dell’Onu. Non solo, se nei prossimi decenni molti Paesi africani vedranno la propria popolazione triplicare o quintuplicare, ben 48 Paesi nel mondo subiranno una recessione demografica con decrementi del 15%.

Entro il 2050 un abitante su quattro del pianeta (25%) sarà africano, entro il 2100 gli africani saranno il 39% della popolazione della terra. La popolazione urbana africana triplicherà nei prossimi 50 anni. E la crescita non sarà solo numerica ma anche qualitativa. L’aspettativa di vita, che nel 1900 era di 24 anni, nel 2050 si aggirerà intorno ai 60 anni. è evidente che questi numeri oltrepassano la mera dimensione economica e indicano come l’Africa tornerà a essere, così come al principio dell’avventura umana, un tassello fondamentale del futuro del nostro pianeta e del genere umano.



Pubblicato il


Leggi anche

  • Hic sunt leones! Stretta tra disinteresse e luoghi comuni, l’Africa non gode certo di un buon rapporto con la stampa italiana. I resoconti sporadici, spesso sensazionalisti, quasi sempre superficiali, che […]
  • Un 2016 molto africano lì dove meno ti aspetti Il 2016 è stato un anno importante, un anno che segna la conferma definitiva di una nuova attenzione verso l’Africa da parte dell’Italia. Le visite del presidente del Consiglio, di vari […]
  • Addio a Calchi Novati, una vita per l’Africa Il 2017 è iniziato con una notizia molto triste per chi in Italia si occupa di Africa. La notizia è quella della morte del professor Gian Paolo Calchi Novati. Punto di riferimento per la […]
  • Per una cooperazione finalmente win – win Questo numero di ‘Africa e Affari’ è dedicato alla cooperazione allo sviluppo e in particolare agli effetti della riforma legislativa approvata quasi due anni fa. Innegabile è il ruolo […]
  • Renzi in Africa, da qualche parte bisognava cominciare Questa volta sembra davvero quella buona. L’annuncio, lo scorso dicembre, dell’Iniziativa Italia-Africa aveva generato soddisfazione, aspettative, ma anche qualche mugugno da parte di chi […]
  • Un nuovo anno, una nuova Africa Gli Ape/Epa, i Millenium Development Goals (Mdg), Expo: questo 2015 appena iniziato sembra destinato a segnare un punto di svolta per l’Africa, soprattutto per le sue relazioni con il […]