Contatti

Direttore responsabile
Massimo Zaurrini
Direttore editoriale
Gianfranco Belgrano

Via Val Senio, 25 - 00141 Roma
+39 068860492 - +39 0692956629
Fax: +39 0692933897

Mail

    captcha

    Africa: Un pre Global business forum al Padiglione Italia dell’Expo 2020 Dubai

    Nell’evento pre Global business forum Africa al Padiglione Italia all’Expo 2020 Dubai i temi centrali delle discussioni sono stati i modelli di cooperazione internazionale, a cominciare da quelli tra Italia e Emirati Arabi Uniti, rivolti all’Africa, in un momento di transizione energetica e investimenti infrastrutturali nel continente.

    Mentre è tuttora in corso il Gbf Africa a Expo, l’evento pre Global è stato promosso in collaborazione con Confindustria, Ice e Camera di Commercio di Dubai e ha approfondito il quadro delle opportunità di sviluppo in Africa, rafforzando al tempo stesso la cooperazione tra Emirati Arabi Uniti e Italia in settori cruciali come l’energia, le infrastrutture e la trasformazione digitale.

    Al confronto hanno preso parte i rappresentanti delle istituzioni e delle principali  aziende del settore energetico e delle comunicazioni. Fra i relatori, Fabrizio Botta, direttore Global Sales & Strategy di Saipem, Alberto Piatti, responsabile per lo Sviluppo Sostenibile nella Direzione Generale Natural Resources di Eni, ed Elisabetta Romano, Amministratore delegato di TISparkle, Massimo Dal Checco, presidente di Confindustria Assafrica e Mediterraneo.

    Il convegno ha sottolineato l’opportunità per le aziende italiane e i partner degli Emirati nel giocare un ruolo di primo piano per la promozione di modelli imprenditoriali volti a garantire e spingere progetti di sviluppo in ogni Paese africano emergente, condividendo i vantaggi delle nuove tecnologie e dei nuovi approcci per generare valore economico.

    “Per la ripresa delle nostre economie è necessario promuovere una cooperazione rafforzata, con una integrazione intelligente di Mediterraneo, Medio Oriente e l’Africa. Per raggiungere questo obiettivo, la regione euro-mediterranea-africana ha bisogno di costruire una strategia di sviluppo basata sulla promozione di economie locali e regionali che possano essere i motori di una crescita sostenuta e sostenibile,” ha detto Barbara Beltrame, vicepresidente di Confindustria per l’Internazionalizzazione.

    “In primo luogo, è opportuno ripensare in modo intelligente le filiere produttive e garantire una maggiore integrazione Nord-Sud e Sud-Sud. Ciò può essere possibile solo con la promozione del libero scambio, attraverso l’attuazione dell’African Free Trade Agreement. Le imprese europee, mediterranee, mediorientali e  africane devono cogliere questa opportunità per favorire il commercio e gli investimenti soprattutto in termini di infrastrutture e logistica”, ha aggiunto.

    Per approfondire lo stato della cooperazione italiana nel continente, https://www.africaeaffari.it/rivista/il-dividendo-della-cooperazione [Da Redazione InfoAfrica]© Riproduzione riservata



    __di


    Pubblicato il


    Leggi anche