Contatti

Direttore responsabile
Massimo Zaurrini
Direttore editoriale
Gianfranco Belgrano

Via Val Senio, 25 - 00141 Roma
+39 068860492 - +39 0692956629
Fax: +39 0692933897

Mail

    captcha

    Senegal: Un progetto di successo in Casamance con l’allevamento di struzzi

    Allevare struzzi non è facile ma può essere altamente redditizio; negli ultimi sette anni l’azienda Etamaya Balokir a Mlomp, villaggio della Casamance, nel sud del Senegal, ha lanciato e avviato un allevamento di struzzi attraverso un progetto specifico di cooperazione con la Finlandia: obiettivo del progetto è combattere la povertà e promuovere la creazione di posti di lavoro nelle zone rurali.

    Il progetto ha già beneficiato di un prestito di 25.000 euro della Delegazione generale per l’imprenditoria rapida, non ancora ripagato a causa della pandemia. Il problema più grande resta la conquista del mercato, un vero mal di testa per il momento. Lo riporta Africanews.

    L’allevamento dispone attualmente di due incubatrici con capacità rispettivamente di 112 e 180 uova. Un singolo struzzo femmina può deporre tra 40 e 60 all’anno ma solo circa un terzo della covata raggiunge l’età adulta. 

    La fattoria di Mlop è la prima del suo genere in Senegal e da questa dipende il sostentamento di un’intera comunità: “Dagli escrementi si ricava il fertilizzante organico, che è molto fertile. Dai 9 ai 10 mesi, gli struzzi iniziano a far cadere le piume che vengono utilizzate per fare spolverini. È un mercato. Quando macelliamo otteniamo la pelle e la carne, il grasso e tutto il resto. Questi sono prodotti costosi, ma redditizi” ha rivelato Ousseynou Sambou, segretario generale di Etamaya-Balokir.

    Dall’allevamento di struzzi non si butta nulla. Il grasso viene utilizzato per realizzare oli, che costano all’acquirente fino a 80 euro al litro: “Una volta abbiamo macellato uno struzzo che ci ha dato 36 chili di grasso” dai quali è stato possibile ricavare 28 litri di olio: “28 litri a 80 euro al litro significa che abbiamo ottenuto in contanti 2.240 euro. È stato con questo struzzo che siamo riusciti a comprare una nuovissima macchina per la cova, un’incubatrice che abbiamo acquistato dagli Stati Uniti” a 2.436 euro, ha detto Ousseynou. Un chilo di carne costa circa l’equivalente di 12 euro e una coppia di pulcini di struzzo 380 euro. [Da Redazione InfoAfrica]© Riproduzione riservata



    __di


    Pubblicato il


    Leggi anche