Contatti

Direttore responsabile
Massimo Zaurrini
Direttore editoriale
Gianfranco Belgrano

Via Val Senio, 25 - 00141 Roma
+39 068860492 - +39 0692956629
Fax: +39 0692933897

Mail

    captcha

    Africa Occidentale: Desert To Power, il G5 Sahel convalida la roadmap regionale

    I ministri dell’Energia dei Paesi del G5 Sahel (Burkina Faso, Ciad, Mali, Mauritania e Niger hanno convalidato la roadmap regionale dell’iniziativa Desert to Power, progetto emblematico per l’accesso all’energia sostenibile promosso dalla Banca africana per lo sviluppo (Afdb) con sede ad Abidjan. L’incontro, tenutosi in videoconferenza, ha consentito ai ministri di fare il punto sugli sforzi di mobilitazione delle risorse e discutere le modalità per accelerare l’attuazione dell’iniziativa.

    Il vicepresidente per l’elettricità, l’energia, il clima e la crescita verde dell’Afdb, Kevin Kariuki, ha elogiato l’impegno dei paesi del G5 Sahel, rilevando che i capi di governo hanno ribadito il proprio sostegno all’iniziativa durante il vertice straordinario dei paesi del G5 Sahel tenutosi lo scorso luglio a N’Djamena, Ciad.

    La roadmap regionale Desert to Power, elaborata dalla Banca africana in stretta collaborazione con i suoi partner e i Paesi membri del G5 Sahel individua i grandi progetti che consentiranno a questi cinque Paesi di mettere in comune le proprie risorse al fine di sviluppare una rete elettrica stabile e flessibile che integri una grande produzione solare al servizio della sub-regione. Mira inoltre a sfruttare le sinergie per rispondere meglio alle preoccupazioni dei paesi del G5 Sahel in termini di accesso all’elettricità.

    Il progetto è strutturato attorno a quattro priorità principali: l’energia solare e l’accumulo su larga scala, l’integrazione delle reti dei paesi del G5 Sahel, la programmazione off-grid pan-saheliana e l’ibridazione delle centrali termiche.

    Oltre alle roadmap nazionali dei Paesi membri – sostiene l’Afdb – la roadmap regionale contribuirà all’intensificazione degli scambi tra i paesi del G5 Sahel e offrirà importanti prospettive agli attori pubblici e privati.

    Il presidente del comitato direttivo Desert to Power, Mustapha Bakkoury, anche presidente dell’Agenzia marocchina per l’energia sostenibile (Masen), ha sottolineato che questa iniziativa ha posto le basi per lo sviluppo economico e sociale, garantendo la realizzazione e la sicurezza delle popolazioni del Sahel . Il ministro del Petrolio e dell’Energia del Ciad, Oumar Torbo Djarma, nella sua veste di attuale presidente dei paesi del G5 Sahel, ha invitato i suoi omologhi a concentrarsi su misure e azioni che possano iniettare nuovo dinamismo nelle attività e a federare gli sforzi per il successo di questo ambizioso progetto regionale.

    La Desert to Power Taskforce ha presentato lo stato di avanzamento dei progetti prioritari individuati nelle roadmap nazionali per il 2021, evidenziando lo stato di avanzamento del progetto Yeleen in Burkina Faso e della centrale solare di Djermaya in Ciad, il cui finanziamento dovrebbe essere completato entro la fine del 2021. Questi progetti sono stati inseriti nella relazione sullo stato di avanzamento dell’iniziativa Desert to Power presentata lo scorso agosto ai capi di Stato dal presidente della Banca africana di sviluppo, dott. Akinwumi A. Adesina.

    Progetto emblematico dell’African Development Bank, l’iniziativa Desert to Power è dispiegata in undici paesi della striscia del Sahel. Mira a produrre 10.000 megawatt di energia solare fotovoltaica entro il 2030 per 250 milioni di persone. [Da Redazione InfoAfrica]© Riproduzione riservata



    __di


    Pubblicato il


    Leggi anche