Contatti

Direttore responsabile
Massimo Zaurrini
Direttore editoriale
Gianfranco Belgrano

Via Val Senio, 25 - 00141 Roma
+39 068860492 - +39 0692956629
Fax: +39 0692933897

Mail

    captcha

    Coronavirus: casi e restrizioni in Africa, aggiornamento del 14 Aprile

    AFRICA – (aggiornamento del 14 Aprile) Continuano ad arrivare dati limitati e costanti relativamente alla diffusione del Coronavirus Covid-19 in Africa, dove a fronte di 1,3 miliardi di abitanti sparsi in 54 paesi si registra un totale di 10.259 casi. E’ quanto emerge dall’analisi dei dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), che evidenzia come l’Africa si mantenga la zona del pianeta con la minore diffusione del virus. Secondo i dati pubblicati alle 8 di oggi dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) il numero planetario di contagi ha raggiunto quota 1.776.867

    All’interno del continente,  Sudafrica ed Egitto sono gli unici due paesi ad aver superato la ‘soglia’ simbolica dei 2000 casi (vedi tabella), seguiti dagli altri paesi del Nord Africa ( Algeria, Marocco e Tunisia) e poi da alcuni paesi dell’Africa Occidentale (Burkina Faso, Costa d’Avorio, Camerun, Ghana) con qualche centinaio di casi. Unico elemento da sottolineare il balzo in avanti nel numero di casi di contagio registrato nelle ultime 72 ore da Gibuti dove si è passati da poche decine di casi a 298. E’ bene segnalare che al momento in Africa non si è verificata alcuna crescita “esponenziale” ma in tutti paesi i numeri salgono in maniera limitata e costante. Il Lesotho resta l’unico paese africano senza alcun contagio comunicato.

    Sul fronte delle misure di limitazione, nelle ultime 72 ore si registrano le novità introdotte da Tanzania, Egitto, Gabon e Zambia. 

    E’ bene evidenziare che da giorni ormai  il Ministero degli Esteri ha pubblicato il seguente avviso relativo a tutte le destinazioni nel mondo:

    “In base alla normativa vigente, sono VIETATI tutti i viaggi e gli spostamenti per turismo all’estero come sul territorio nazionale. Visita il sito www.governo.it per consultare la normativa in vigore. La dichiarazione dell’OMS con cui si classifica COVID-19 come “pandemia” sta comportando l’adozione di misure restrittive (sospensione del traffico aereo, divieto di ingresso, respingimento in frontiera, quarantena obbligatoria, accertamenti sanitari) da parte di tutti i Paesi del mondo, con scarso o nessun preavviso. SI RACCOMANDA DI EVITARE OGNI VIAGGIO/SPOSTAMENTO NON ESSENZIALE. Il rientro in Italia è consentito per ragioni di ASSOLUTA URGENZA (DPCM 22 marzo 2020). Chi rientra in Italia dall’estero deve sottoporsi ad ISOLAMENTO FIDUCIARIO per 14 giorni. Per maggiori informazioni: http://www.viaggiaresicuri.it/approfondimento/saluteinviaggio/coronavirus/L’Italia”

    NOVITA’ DEL 14 APRILE

    TANZANIA – Al fine di prevenire la diffusione del COVID-19 il governo della Tanzania e quello semiautonomo di Zanzibar hanno rafforzato le misure di contenimento. Tutti i viaggiatori provenienti da paesi a rischio (inclusa l’Italia) sono confinati in quarantena obbligatoria a loro spese in strutture designate dal governo. A Zanzibar è entrato in vigore il 28 marzo il divieto di ingresso per i turisti stranieri e per i tanzaniani di rientro dall’estero (la misura non si applica ai residenti nell’isola). Sanzioni, ivi incluso l’arresto, potrebbero essere disposte nei confronti di chi diffonda informazioni false o non ufficiali su COVID-19. Le autorità locali hanno annunciato il 9 marzo, con effetto immediato, la cessazione di tutti i voli charter dall’Italia diretti a Zanzibar. L’aviazione civile della Tanzania ha inoltre annunciato il 12 aprile la sospensione del traffico aereo internazionale con eccezione dei voli cargo. Per gli equipaggi è comunque prevista la quarantena. Si sta registrando una drastica riduzione del traffico aereo a livello globale. Si raccomanda di comunicare all’Ambasciata d’Italia in Tanzania la propria presenza nel Paese.

    EGITTO – Il governo egiziano ha prolungato fino al 23 aprile, in tutto il Paese, il coprifuoco inizialmente decretato fino all’8 aprile. Il coprifuoco si applica dalle ore 20.00 alle ore 6.00 locali. Dalle 20.00 alle 6.00 è sospesa anche l’operatività del trasporto pubblico. Resteranno chiusi i negozi e i centri commerciali dalle 17.00 alle 6.00 durante i giorni infrasettimanali (domenica – giovedì), e per tutta la giornata durante il fine settimana (venerdì e sabato). Le sanzioni per la violazione di tali disposizioni possono prevedere il carcere. E’ stata inoltre disposta la sospensione del traffico aereo a partire dal 19 marzo fino a data da destinarsi. Le autorità egiziane possono imporre la quarantena obbligatoria per i viaggiatori risultati positivi al Covid-19 in strutture ospedaliere governative, situate potenzialmente in località decentrate del Paese, dove l`accesso per familiari può essere soggetto a restrizioni o impossibile. Alcuni Paesi hanno imposto restrizioni all`entrata ai viaggiatori provenienti dall`Egitto, si raccomanda a tutti coloro che transitano dall`Egitto di verificare la situazione nel Paese di destinazione. Ai connazionali in Egitto che desiderino rientrare in Italia e abbiano difficoltà a lasciare il Paese a seguito della sospensione del traffico aereo, si raccomanda di contattare il seguente indirizzo mail: assistenza.cairo@esteri.it o i numeri dell’Ambasciata d’Italia a Il Cairo, attivi h24: 1. Centralino dell’Ambasciata d’Italia (attivo h24 7 giorni su 7): +20 2 27943194 / +20 2 27943195 / +20 2 27940658; 2. Centralino della Cancelleria Consolare (attivo dalla domenica al giovedì dalle 8.00 alle 18.00): +20 2 27730109 / +20 2 27730119; 3. Cellulare di reperibilità della Cancelleria Consolare (attivo il giovedì dalle 16.00 alle 22.00, il venerdì e il sabato dalle 8.00 alle 22.00): +20 100 19945994; 4. Cellulare di reperibilità della Ambasciata (attivo il giovedì dalle 16.00 alle 22.00, il venerdì e il sabato dalle 8.00 alle 22.00): +20 100 6690079. Si raccomanda inoltre di visitare il sito web dell’Ambasciata www.ambilcairo.esteri.it per maggiori informazioni.

    GABON – In risposta all’emergenza sanitaria Covid-19, le autorità del Gabon hanno decretato lo stato di emergenza, in vigore a partire dal 12 aprile, con conseguente obbligo di isolamento domiciliare per tutta la popolazione residente nella “Grande Libreville” (il territorio metropolitano della capitale), per la durata di due settimane, eventualmente rinnovabili. Saranno garantiti i servizi considerati essenziali (commercio di generi alimentari e di prima necessità, ordine pubblico, farmacie, vendita di carburanti, raccolta dei rifiuti). Le autorità locali hanno inoltre adottato una serie di misure di contenimento, tra cui la sospensione di tutti i voli internazionali, la chiusura delle frontiere terrestri, marittime e aeree e la sospensione del rilascio di visti turistici per chiunque provenga da “Paesi a rischio” (Unione Europea, Cina, Corea del Sud e Stati Uniti). Le autorità locali hanno introdotto, altresì, in tutto il Paese un coprifuoco dalle 19.30 alle 6.00.

    ZAMBIA – Al fine di contenere la diffusione del COVID-19 le Autorità dello Zambia hanno introdotto il 25 marzo ulteriori misure restrittive estese fino al 23 aprile. L’aeroporto internazionale Kenneth Kaunda di Lusaka rimane l’unico aeroporto operativo mentre sono aperti tutti i confini terrestri. Tutti i passeggeri in arrivo all’aeroporto internazionale di Lusaka, così come ad ogni altro punto d’ingresso del paese, vengono sottoposti ai controlli sanitari e sono soggetti ad auto isolamento per 14 giorni (a spese dei viaggiatori). E’ sospeso il rilascio di visti per l’ingresso in Zambia alle frontiere e da parte di tutte le Ambasciate dello Zambia in favore delle persone provenienti da paesi colpiti dal Covid-19. Ulteriori restrizioni riguardano il divieto di assembramenti (funzioni religiose, incontri, ecc) superiori alle 50 persone, la chiusura di bar, ristoranti (che potranno svolgere solo servizio di asporto), locali notturni, cinema e palestre.

    CASI

    I casi seguenti sono quelli ufficialmente confermati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS/WHO):

    PaeseCasiPaeseCasi
    Sudafrica2173Senegal280 
    Egitto2065 Guinea250
    Algeria1915R. D. Congo235
    Marocco1746Mayotte207
    Camerun803Kenya197
    Tunisia 707 Rwanda126
    Ghana566Madagascar106
    Costa d’Avorio, Niger 533Mali87
    Burkina Faso443Togo76
    Reunion389Etiopia71
    Mauritius324 Repubblica del Congo 70
    Nigeria323 Uganda,54
    Gibuti298 Zambia, Tanzania, Guinea Equatoriale , Eritrea, Namibia, Gabon, Benin, Libia, Sudan, Guinea Bissau, Repubblica del Centrafrica, Mozambico, Eswatini, Seychelles, Liberia, Ciad, Zambia Capo Verde, Mauritania, Angola, Zimbabwe,Somalia, Gambia, Botswana, Burundi, Malawi, Sud Sudan<50

    MISURE RESTRITTIVE AI VIAGGI PER ITALIANI

    (Per maggiori dettagli si rimanda al sito viaggiaresicuri.it del Ministero degli Affari Esteri. Le misure di Contenimento, infatti, variano da paese a paese e vanno dalla semplice misurazione della temperatura all’arrivo a pratiche di autoisolamento etc..)

    Angola/ Divieto

    Algeria/ Chiusura frontiere-sospensione voli

    Benin/Chiusura frontiere-restrizione visti – Quarantena

    Botswana/ Divieto

    Burundi/ sospensione voli – Quarantena

    Capo Verde – Sospensione voli-Contenimento

    Camerun – Divieto

    Centrafrica Repubblica – Quarantena

    Ciad/ Divieto

    Comore/ Chiusura confini

    Congo/Quarantena

    Costa d’Avorio/Contenimento

    Egitto/ Chiusura aeroporti- Contenimento-Ricovero

    Eritrea/ Quarantena

    Etiopia/ Quarantena-Sospensione voli- 

    Gabon/ Contenimento-Divieto

    Gambia/ Contenimento

    Ghana/ Divieto

    Gibuti/ Divieto

    Guinea Bissau/ Contenimento

    Guinea (Conakry)/ Quarantena

    Guinea Equatoriale/ Divieto

    Kenya/ Divieto

    Liberia/ Isolamento (14 giorni)

    Madagascar/ Divieto-respingimento

    Malawi/ Isolamento (14 giorni)

    Marocco/ Sospensione collegamenti con estero – Contenimento-Isolamento

    Mauritius/Divieto

    Mozambico/ Quarantena-blocco visti

    Niger/ Quarantena

    Nigeria/Chiusura voli – Contenimento-Quarantena

    Rwanda/ Controlli-Monitoraggio (con spese a carico)

    R.D. Congo/Contenimento-Quarantena

    Senegal/Contenimento-Quarantena

    Seychelles/ Divieto

    Sierra Leone/ Quarantena

    Somalia/ Sospensione voli

    Sudafrica/ Divieto

    Sudan/ Coprifuoco – sospensione Visti- chiusura frontiere

    Sud Sudan/ Chiusura frontiere internazionali – Divieto – Contenimento-Quarantena

    Tanzania/ Contenimento-Quarantena

    Tunisia/ Divieto

    Uganda/ Sospensione voli – Quarantena

    Zambia/ Sospensione voli – Contenimento-Quarantena

    Zimbabwe/ Contenimento



    __di


    Pubblicato il


    Leggi anche