Contatti

Direttore responsabile
Massimo Zaurrini
Direttore editoriale
Gianfranco Belgrano

Via Val Senio, 25 - 00141 Roma
+39 068860492 - +39 0692956629
Fax: +39 0692933897

Mail

captcha

Africa: Economia, “crescita robusta” nel 2015

AFRICA – Il continente africano conoscerà nel 2015 una “crescita robusta”, le economie africane continueranno a crescere nel 2015 grazie a investimenti privati ​​e alla crescita dei consumi, ormai da diversi anni i motori della crescita del prodotto interno lordo (PIL) continentale.

A sostenerlo è il Rapporto mondiale sulla situazione e le prospettive economiche 2015 – World Economic Situation and Prospects 2015 (WESP) – secondo il quale il PIL dell’Africa dovrebbe accelerare, passando dal 3,5% del 2014 al 4,6% del 2015 e al 4,9% del 2016.

Nel presentare il rapporto presso la sede della Commissione Economica delle Nazioni Unite per l’Africa (UN-ECA) ad Addis Abeba, capitale dell’Etiopia, il direttore della divisione politica macroeconomica all’interno dell’UNECA, Adam Elhiraika, ha sottolineato che l’aumento della classe media, l’ambiente economico migliorato e il calo dei costi di fare business sono gli elementi risultati come i principali contributori alla crescita economica in Africa.

L’economia mondiale dovrebbe segnare un’espansione leggermente più veloce, rispetto al passato, ma sempre ad un ritmo moderato in confronto all’Africa, con un tasso di crescita del prodotto mondiale lordo del 3,1% e del 3,3% nel 2016, rispettivamente, contro il 2,6% per il tasso stimato nel 2014.

Uno dei principali punti deboli del contesto macroeconomico globale resta la situazione occupazionale, che spinge la crescita del PIL a restare modesta e inferiore al potenziale in molte parti del mondo.

Tornando all’Africa, il rapporto avverte che la crescita economica nel continente non è comunque esente da rischi battute d’arresto.

Questi rischi per la crescita sono, secondo gli esperti della Commissione economica dell’ONU, il calo dei prezzi del petrolio, i prezzi delle materie prime più bassi, l’epidemia di Ebola in Africa occidentale, una nuova ondata di debolezza sui mercati in via di sviluppo, la continua instabilità politica in alcune aree e la possibilità di shock legati ad eventi climatici estremi.

Per approfondire:

Tutte le novità sul commercio tra Europa e Africa alla luce dei nuovi accordi Ape/Epa

Tutte le novità sul commercio tra Europa e Africa alla luce dei nuovi accordi Ape/Epa

 



__di


Pubblicato il


Leggi anche