Contatti

Direttore responsabile
Massimo Zaurrini
Direttore editoriale
Gianfranco Belgrano

Via Val Senio, 25 - 00141 Roma
+39 068860492 - +39 0692956629
Fax: +39 0692933897

Mail

captcha

Coronavirus: nuovi casi e nuove misure

AFRICA – (aggiornamento del 5 Marzo) Sono saliti a 21 i casi confermati di coronavirus in Africa, secondo i dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS/WHO), dopo che nelle ultime 24 ore l’Algeria ha fatto sapere di avere 12 casi (ieri erano 5) e il Senegal è passato da 1 a 4.

Sul fronte delle misure di controllo o restrittive nei confronti dei viaggiatori provenienti dai paesi colpiti maggiormente dal virus, inclusi gli italiani, vi sono alcune novità.

In particolare si segnalano le prime misure di controllo e contenimento adottate in Nigeria e Zimbabwe (che finora non avevano preso disposizioni), nonché il rafforzamento di alcune misure di controllo e contenimento come nel caso dell’Uganda che ora prevede un autoisolamento di 14 giorni per gli italiani anche in assenza di sintomi e un ricovero obbligatorio di due settimane in presenza di sintomi. Per entrare in Zimbabwe, invece, da oggi è necessario presentare un certificato che attesti la negatività al Covid-19 senza il quale non si potrà entrare nel paese.

Ecco i dati aggiornati tratti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) per i casi confermati e da Viaggiare Sicuri del ministero degli Affari Esteri per le restrizioni nei paesi africani.

Novità del 5 Marzo 2020

NIGERIA – Al fine di prevenire la diffusione del COVID-19 (nuovo coronavirus), il governo nigeriano ha disposto controlli su tutti i passeggeri in arrivo negli aeroporti internazionali e nei porti. Ai passeggeri viene richiesto di compilare un questionario in cui specificare le proprie condizioni di salute ed i propri movimenti transfrontalieri più recenti. Le persone che all’arrivo mostrano sintomi sospetti vengono testate per il coronavirus e, se positive, possono essere messe in quarantena. Le autorità locali, dal 29 febbraio, hanno inserito l’Italia, la Corea del Sud, l’Iran e il Giappone in una lista di osservazione, assieme alla Cina, per la diffusione sul territorio del contagio da COVID-19. Le autorità locali potrebbero determinare ulteriori misure restrittive nei confronti dei viaggiatori provenienti da tali Paesi, anche con scarso preavviso. La Turchia ha disposto la sospensione del traffico aereo con l’Italia. Chi avesse acquistato un biglietto da/per la Nigeria che prevede uno scalo ad Istanbul deve pertanto verificare direttamente con la compagnia aerea la sussistenza del volo e la possibilità di imbarco. Altre compagnie aeree potrebbero ridurre la frequenza dei collegamenti aerei tra Italia e Nigeria o introdurre limitazioni relative ai passeggeri provenienti dalle aree dove si registrano più casi di COVID-19. Si raccomanda pertanto di verificare l’operatività del proprio volo con la compagnia aerea di riferimento, prima di recarsi in aeroporto.

GIBUTI – Al fine di prevenire la diffusione del COVID-19 (nuovo coronavirus) nel Paese, le autorità locali hanno attivato lo screening sanitario per la rilevazione della temperatura corporea di tutti i passeggeri in arrivo all’aeroporto internazionale di Gibuti, con controlli addizionali per i passeggeri provenienti dalla Cina. In caso di sospetto contagio, i cittadini stranieri potrebbero essere collocati in quarantena (la cui durata è stabilita caso per caso in base alla diagnosi), con conseguente difficoltà a lasciare il Paese. La Turchia ha sospeso i collegamenti tra Gibuti e Istanbul. Altre compagnie aeree potrebbero modificare il proprio operativo voli. Si raccomanda di rivolgersi direttamente alla propria compagnia aerea di riferimento per maggiori informazioni.

UGANDA – Al fine di prevenire la diffusione del COVID-19 (Nuovo Coronavirus), le Autorità dell’Uganda hanno introdotto alcune misure di contenimento, che includono tra l’altro controlli rafforzati tramite scanner termici all’Aeroporto di Entebbe e l’obbligo di quarantena di 14 giorni nei confronti dei viaggiatori in arrivo da Paesi a rischio. In particolare, i viaggiatori provenienti da Italia, Cina, Corea del Sud, Giappone, Iran, Singapore e Thailandia, in assenza di sintomi, saranno soggetti ad un auto-isolamento obbligatorio per 14 giorni, con monitoraggio giornaliero da parte delle autorità sanitarie locali. In presenza di sintomi compatibili con COVID-19, i viaggiatori provenienti dai Paesi elencati saranno sottoposti a ricovero obbligatorio fino a 14 giorni presso i centri di isolamento identificati dalle autorità locali. Due centri sono stati identificati ad Entebbe (Kazuri Medical Centre presso l’aeroporto e l’Entebbe Regional Referral Hospital) e uno a Naguru (Naguru Regional Referral Hospital). E’ stato redatto inoltre un documento informativo da distribuire ai viaggiatori, con appositi numeri di telefono da contattare in caso di sospetto contagio ed è stata avviata una campagna di informazione e prevenzione. Per maggiori informazioni e consigli pratici in merito al nuovo coronavirus, si rimanda al Focus Coronavirus sulla homepage di questo sito.

ZIMBABWE – Le autorità locali hanno annunciato che a tutti i viaggiatori che giungeranno in Zimbabwe da Paesi interessati da COVID-19 sarà richiesta la presentazione di un certificato medico che specifichi che il viaggiatore è stato sottoposto ad esami clinici a seguito dei quali è risultato negativo al COVID-19. Non sarà consentito l’ingresso ai visitatori sprovvisti di tale certificato. Poiché le autorità locali non hanno ancora fornito indicazioni specifiche, quali l’elenco dei Paesi per cui è richiesto il certificato e la validità temporale dello stesso, si raccomanda di monitorare questo sito web per ulteriori aggiornamenti.

CASI

Algeria 12

Senegal 4

Egitto 2

Tunisia, Marocco, Nigeria 1

MISURE RESTRITTIVE AI VIAGGI PER ITALIANI

(Per maggiori dettagli si rimanda al sito viaggiaresicuri.it del Ministero degli Affari Esteri. Le misure di Contenimento, infatti, variano da paese a paese e vanno dalla semplice misurazione della temperatura all’arrivo a pratiche di autoisolamento etc..)

Angola/ Divieto

Algeria/ Contenimento

Benin/Quarantena

Botswana/ Contenimento

Ciad/ Quarantena

R. Congo/Quarantena

Costa d’Avorio/Contenimento

Egitto/ Contenimento

Eritrea/ Quarantena

Etiopia/ Contenimento

Gibuti/ Contenimento-Quarantena

Kenya/ Contenimento-Quarantena-rimpatrio

Liberia/ Isolamento (14 giorni)

Madagascar/ Divieto-respingimento

Malawi/ Isolamento (14 giorni)

Marocco/ Contenimento-Isolamento

Mauritius/Divieto

Niger/ Contenimento

Nigeria/Contenimento-Quarantena

R.D. Congo/Contenimento-Quarantena

Senegal/Contenimento-Quarantena

Seychelles/ Divieto

Sierra Leone/ Contenimento- Quar.

Sudafrica/ Contenimento

Sud Sudan/ Contenimento-Quarantena

Tanzania/ Contenimento-Quarantena

Tunisia/ Contenimento-Isolamento

Uganda/ Isolamento-Ricovero coatto

Zambia/ Contenimento-Quarantena

Zimbabwe/ Contenimento-Certificato



__di


Pubblicato il


Leggi anche