Contatti

Direttore responsabile
Massimo Zaurrini
Direttore editoriale
Gianfranco Belgrano

Via Val Senio, 25 - 00141 Roma
+39 068860492 - +39 0692956629
Fax: +39 0692933897

Mail

    captcha

    Crescita al 3,2% in Africa sub-sahariana, secondo il Fondo monetario

    L’economia dei paesi dell’Africa sub-sahariana crescerà del 3,2% quest’anno.

    Lo riferisce il Fondo Monetario Internazionale (FMI) rivedendo le stime pubblicate ad aprile e che davano una crescita leggermente superiore 3,5%.

    Lo stesso rapporto, anticipato da alcune fonti di stampa internazionali, vede la crescita risalire al 3,6% il prossimo anno, ma comunque in leggero calo rispetto alle stime di aprile del 3,7%.
    Secondo il rapporto, l’economia più sviluppata del continente, il Sudafrica, dovrebbe crescere solo dello 0,7% quest’anno e dell’1,1% nel 2020.

    Il principale esportatore di petrolio, la Nigeria, crescerà del 2,3% quest’anno e del 2,5% il prossimo.

    La terza più grande economia della regione, l’Etiopia, che sta perseguendo un ambizioso programma di riforme sotto il Primo Ministro Abiy Ahmed, vincitore del premio Nobel, è sulla buona strada per registrare una crescita del 7,4% quest’anno, ha affermato il Fondo. La crescita rallenterà leggermente al 7,2% nel 2020.

    Più in generale, si prevede che quest’anno le economie africane “non ad alta intensità di risorse” cresceranno in media del 6%, quasi tre volte più velocemente dei produttori di petrolio del continente e più del doppio rispetto agli altri esportatori di risorse.

    L’FMI prevede che l’inflazione nella regione diminuirà dell’8% nel 2020 dall’8,4% di quest’anno. Ma, come con la crescita del PIL, ci sono ampie differenze tra i paesi.

    A pesare sul leggero rallentamento sono i timori degli effetti che le guerre commerciali internazionali potrebbero avere sul continente e sui prezzi dei beni sui mercati internazionali.

    © Riproduzione riservata

    Per approfondire:

    Un numero pensato per essere una bussola e aiutare chi si intessa al continente africano a orientarsi nelle tendenze che si profilano – soprattutto sul fronte economico – per i prossimi mesi.



    __di


    Pubblicato il


    Leggi anche