Contatti

Direttore responsabile
Massimo Zaurrini
Direttore editoriale
Gianfranco Belgrano

Via Val Senio, 25 - 00141 Roma
+39 068860492 - +39 0692956629
Fax: +39 0692933897

Mail

captcha

Dedicato all’Energia il primo appuntamento dell’Uganda Rome Investment Forum

UGANDA – Decine di imprese hanno partecipato ieri al primo appuntamento dell’Uganda Rome Investment Forum, l’appuntamento organizzato dall’Ambasciata dell’Uganda in Italia per favorire le relazioni culturali, economiche e commerciali tra i due paesi.

Il primo appuntamento, di un’iniziativa che nei prossimi mesi vedrà altri incontri tematici, è stato interamente dedicato all’Energia. A parlare dei programmi e degli incentivi per gli investitori del settore energetico era presente il Ministro ugandese dell’Energia e dei Minerali, Irene Muloni, accompagnata dai dirigenti dei principali uffici che nel paese si occupano di questioni energetiche.

Ad aprire i lavori è stato il sottosegretario agli Esteri Mario Giro, il quale, nel porre in luce la ragioni della cooperazione tra Italia e Uganda, ha sottolineato il lungo periodo di stabilità politica ed il forte tasso di crescita dell’Uganda, elementi questi che assicurano una rilevante affidabilità per gli investimenti.

Attenzione particolare è stata dedicata all’energie rinnovabili e all’elettrificazione rurale.

Il ministro ugandese dell'Energia e dei Minerali, Irene Muloni.

Il ministro ugandese dell’Energia e dei Minerali, Irene Muloni.

Dopo le presentazioni della mattinata, i lavori sono proseguiti con una serie di incontri (B2B) tra le aziende  – tra i presenti figuravano Enel Green Power, Renovo Bio-Energy, Absolute Energy, il Gruppo Trevi – e i massimi vertici del settore energetico ugandese.

“Ritengo che occasioni come quella di oggi – ha detto l’Ambasciatore ugandese in Italia, Grace Akello – siano le migliori perchè Italia e Uganda si conoscano meglio e trovino, insieme, i percorsi da compiere per ottenere mutui vantaggi. L’Italia per l’Uganda può essere un ottimo partner sulla via dello sviluppo e l’Uganda per l’Italia un’ottima occasione per contrastare le difficoltà economiche di questi anni”.

“La sala affollata è la migliore dimostrazione dell’interesse e delle opportunità che esistono tra Italia e Uganda” ha commentato con soddisfazione Mario di Giulio, che col suo studio legale Pavia e Ansaldo – che recentemente ha lanciato un nuovo African Desk per sostenere le imprese italiane che guardano all’Africa – ha contribuito ad organizzare la manifestazione.

Per approfondire:

Leggi il numero dedicato all'Uganda.

Leggi il numero dedicato all’Uganda.



__di


Pubblicato il


Tags:

,

Leggi anche