Contatti

Direttore responsabile
Massimo Zaurrini
Direttore editoriale
Gianfranco Belgrano

Via Val Senio, 25 - 00141 Roma
+39 068860492 - +39 0692956629
Fax: +39 0692933897

Mail

captcha

Marriott costruisce nuovi alberghi in Ghana, Liberia e Marocco

Il gruppo alberghiero Marriott International ha annunciato tre nuovi accordi per espandere la propria presenza in Africa occidentale e settentrionale.

A darne notizia è stato lo stesso gruppo alberghiero, precisando che la firma dei nuovi accordi consentiranno di rafforzare l’offerta alberghiera in Marocco e Ghana e di marcare il debutto in Liberia.

In particolare, in Marocco il gruppo ha annunciato la costruzione di un nuovo resort nei pressi di Marrakech che sarà inaugurato nel 2024 con il nome The St. Regis Marrakech Resort. Secondo le informazioni a disposizione, la struttura sarà composta da 80 residenze di lusso e sarà sviluppata dalla società immobiliare del Kuwait United Real Estate Company (URC).

In Ghana, invece, il gruppo intende costruire un nuovo edificio da 12 piani nei pressi dell’aeroporto di Accra, che sarà inaugurato nel 2023. L’albergo, denominato Residence Inn by Marriott Accra Kotoka Airport, avrà 160 stanze e sarà sviluppato e gestito dal gruppo ghanese Yamusah Hotels Management Company Limited.

In Liberia, infine, Marriott costruirà il suo primo albergo nel cuore della capitale Monrovia: obiettivo è inaugurare la struttura Four Points by Sheraton Monrovia, che avrà 111 stanze e quattro ristoranti, nel corso del 2020.

Intenzione di Marriott è avere 200 strutture alberghiere nei diversi Paesi del continente entro il 2023 con una presenza soprattutto nelle regioni settentrionali e occidentali dell’Africa.

© Riproduzione riservata

Per approfondire:

Il comparto turistico mostra da anni un costante andamento positivo, nonostante i grossi ostacoli nei servizi e nelle infrastrutture: ecco perché, se gestito correttamente, può rivelarsi un elemento essenziale per la promozione di un reale sviluppo africano.



__di


Pubblicato il


Leggi anche