spot_img
0,00 EUR

Nessun prodotto nel carrello.

Africa: accordo tra Afreximbank e Banca di sviluppo cinese per sostegno a infrastrutture

di: Redazione | 11 Settembre 2018

La Banca di sviluppo cinese (CDB) ha siglato un’intesa con l’African Export-Import Bank (Afreximbank) per garantire all’istituto finanziario panafricano uno strumento del valore pari a 500 milioni di dollari da destinare al supporto dei progetti infrastrutturali in tutto il continente.
A renderlo noto è stato il presidente di Afreximbank, Benedict Oramah, sottolineando come lo strumento consentirà di finanziare una serie di progetti in diversi settori a medio e lungo, inclusa l’energia, le telecomunicazioni, i trasporti, l’agricoltura, il settore medicale, i parchi industriali e il commercio.
“Questo strumento rafforza la nostra capacità di realizzare il mandato e rende possibile ad Afreximbank di raggiungere importanti sviluppi per la crescita dell’Africa”, ha detto Oramah.
Afreximbank è una banca a supporto del commercio, esportazioni e importazioni, interno in Africa, creata ad Abuja in Nigeria nel 1993, con sede al Cairo, in Egitto, e con un capitale di 11,9 miliardi di dollari.
Gli azionisti sono entità pubbliche e private suddivise in quattro classi e comprendono governi africani, banche centrali, istituzioni regionali e subregionali, investitori privati ​​e istituzioni finanziarie, agenzie di credito all’esportazione, investitori privati, nonché istituzioni finanziarie non africane e singoli investitori.
© Riproduzione riservata
Per approfondire:

Le mille innegabili opportunità mostrate dall’Africa si inseriscono in un percorso di crescita positivo, nonostante ritardi e, non di rado, brusche frenate; alle difficoltà interne, poi, si somma ancora l’ingerenza, non sempre velata, di potenze straniere.

Articoli correlati

- Ascola la collana di podcast dell'Agenzia ICE -spot_img

Rubriche