Contatti

Direttore responsabile
Massimo Zaurrini
Direttore editoriale
Gianfranco Belgrano

Via Val Senio, 25 - 00141 Roma
+39 068860492 - +39 0692956629
Fax: +39 0692933897

Mail

captcha

Aumentano le esportazioni italiane verso il Marocco

Nei primi sei mesi del 2016 le esportazioni dall’Italia verso il Marocco hanno registrato una crescita del 18%, passando dai 705 milioni di euro del primo semestre 2015 agli 832 milioni dello stesso periodo di quest’anno.

A renderlo noto sono l’Istituto nazionale di statistica (ISTAT) e l’Agenzia ICE, diramando i dati sull’interscambio commerciale tra Italia e Marocco.

Nel periodo gennaio – giugno 2016, le esportazioni marocchine verso l’Italia hanno, invece, registrato una lieve flessione (-2,1 %) rispetto al primo semestre dell’anno scorso, passando da 424 a 415 milioni di euro.

Secondo quel che riporta l’Ufficio di Casablanca dell’Agenzia ICE, tale dinamica ha favorito l’ampliamento del saldo commerciale in favore dell’Italia, che si attesta a 416 mlioni di euro (nettamente incrementato rispetto ai 280 milioni del primo semestre 2015).

In base alla codifica Ateco3, i principali prodotti esportati dall’Italia verso il Marocco sono stati: prodotti derivanti dalla raffinazione del petrolio (115 milioni di euro esportati nel primo semestre 2016, + 136,5%); altre macchine per impieghi speciali (51 milioni, -5,7%); motori, generatori e trasformatori elettrici, apparecchiature per la distribuzione e il controllo dell’elettricità (48 milioni, + 45,7%); tessuti (47 milioni, + 3,7%); altre macchine di impiego generale (47 milioni, – 0,1%); prodotti chimici di base, fertilizzanti e composti azotati, materie plastiche e gomma sintetica in forme primarie (40 milioni, + 3,6%); articoli in materie plastiche (35 milioni, + 10,8%); macchine di impiego generale (35 milioni, + 79,6%); autoveicoli (34 milioni, -0,9%); altri prodotti in metallo (19 milioni, + 1,5%).

Sempre in base alla codifica Ateco3, poi, i primi cinque settori delle esportazioni marocchine verso l’Italia sono stati: pesce, crostacei e molluschi lavorati e conservati (116 milioni di euro nel primo semestre 2016, +25,3%); autoveicoli (90 milioni, + 26,4%); apparecchiature di cablaggio (57 milioni, + 6,7%); articoli di abbigliamento, escluso l’abbigliamento in pelliccia (38 milioni, -14,3%); parti ed accessori per autoveicoli e loro motori (21 milioni, -54,0%). [InfoAfrica/ICE Casablanca]

© Riproduzione riservata

Per approfondire:

Un hub per cinque continenti, diversificare sfruttando la geografia..Il Marocco ha ‘messo da parte’ i fosfati e scommesso sull’industria, sull’agricoltura e sullo sviluppo delle energie rinnovabili, ma soprattutto sulla propria posizione

Un hub per cinque continenti, diversificare sfruttando la geografia..Il Marocco ha ‘messo da parte’ i fosfati e scommesso sull’industria, sull’agricoltura e sullo sviluppo delle energie rinnovabili, ma soprattutto sulla propria posizione

 



__di


Pubblicato il


Leggi anche