Contatti

Direttore responsabile
Massimo Zaurrini
Direttore editoriale
Gianfranco Belgrano

Via Val Senio, 25 - 00141 Roma
+39 068860492 - +39 0692956629
Fax: +39 0692933897

Mail

captcha

Marocco: Gas naturale, concessioni per giacimenti di Gharb in gara durante l’estate

E’ attesa per la fine dell’Estate la gara per ottenere la concessione di licenze di prospezione e uso nell’area di Gharb, la zona a sud della capitale Rabat dove negli ultimi anni sono state rinvenute importanti riserve di gas naturale.

Lo riferiscono fonti locali e di settore, precisando che le aziende interessate a esplorare la zona centrale di Gharb (una sezione del più ampio bacino di Gharb) “dovrebbe iniziare a preparare le loro offerte”.

Secondo  l’Ufficio nazionale degli Idrocarburi e delle Miniere (Onhym), infatti, la raccolta dati si terrà tra il primo e il 29 luglio, mentre le offerte saranno aperte il 25 agosto.

L’offerta interessa un’area vasta 1.362 km quadrati di superficie, ed esclude le tre zone in cui già esistono campi e le infrastrutture ONHYM.

L’area ha visto una serie di pozzi perforati, tra cui il pozzo ‘Gulfsands’ Dardara sud-est 1 avviato nel gennaio 2015.

Il pozzo è stato testato ad una media di 7,1 milioni di metri cubi / giorno di gas naturale.

Secondo gli ultimi dati ufficiali, diffusi alla fine del 2015, sono 118 le licenze di esplorazione mineraria e di idrocarburi in vigore in Marocco, su una superficie di circa 455.000 km2, onshore e offshore.

Il settore estrattivo tradizionale è piuttosto modesto in Marocco, che punta invece sulle fonti rinnovabili per produrre energia.

Le ultime scoperte di gas naturale risalgono invece al novembre del 2014, nella regione di  Gharb Chrardra Beni Hssen, dove opera la compagnia Circle Oil, partner della marocchina Onhym.

© Riproduzione riservata

Per approfondire:

Un hub per cinque continenti, diversificare sfruttando la geografia..Il Marocco ha ‘messo da parte’ i fosfati e scommesso sull’industria, sull’agricoltura e sullo sviluppo delle energie rinnovabili, ma soprattutto sulla propria posizione

Un hub per cinque continenti, diversificare sfruttando la geografia..Il Marocco ha ‘messo da parte’ i fosfati e scommesso sull’industria, sull’agricoltura e sullo sviluppo delle energie rinnovabili, ma soprattutto sulla propria posizione

 



__di


Pubblicato il


Leggi anche