Contatti

Direttore responsabile
Massimo Zaurrini
Direttore editoriale
Gianfranco Belgrano

Via Val Senio, 25 - 00141 Roma
+39 068860492 - +39 0692956629
Fax: +39 0692933897

Mail

captcha

Kenya: fondi dalla Banca Mondiale per infrastrutture nel nord-est

La Banca Mondiale ha reso noto di aver concesso al Kenya un prestito a tasso agevolato del valore pari a un miliardo di dollari per la realizzazione di progetti infrastrutturali nei settori dell’energia, dei trasporti e dell’acqua nelle regioni più povere nel nord e nord-est del Paese.

A renderlo noto è stata la stessa Banca Mondiale, specificando che i fondi rientrano in un programma denominato “Iniziativa per lo sviluppo del Nord-est” (NEDI) rivolto a 10 contee keniane – Garissa, Isiolo, Lamu, Mandera, Marsabit, Samburu, Tana River, Turkana, Wajir e West Pokot – i cui indicatori di sviluppo economico sono nettamente inferiori rispetto alla media nazionale.

“Questi investimenti infrastrutturali consentiranno di gettare le basi per ulteriori operazioni che garantiranno mezzi di sussistenza sostenibili con un sostegno mirato agli agricoltori e ai pastori della regione e un maggiore aiuto alle famiglie più vulnerabili attraverso trasferimenti regolari di denaro”, si legge in un comunicato della Banca Mondiale.

Secondo quel che viene reso noto, i fondi saranno destinati in particolare a sei progetti, tra cui un’iniziativa per promuovere l’accesso all’elettricità attraverso la realizzazione di soluzioni solari off-grid.

Tra gli altri progetti, si segnala un’iniziativa per promuovere l’accesso alle forniture idriche delle comunità rurali, la realizzazione di un programma di agricoltura e allevamento sostenibile grazie alle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

Sul versante delle infrastrutture dei trasporti, il prestito della Banca Mondiale consentiranno di costruire una strada lunga 740 chilometri tra Isiolo e Mandera, la posa di un cavo in fibra ottica per favorire le comunicazioni, la realizzazione di una serie di nuove piste di atterraggio per favorire i collegamenti aerei regionali e la costruzione di nuovi centri per i servizi ai cittadini.

Per approfondire:

Le mille innegabili opportunità mostrate dall’Africa si inseriscono in un percorso di crescita positivo, nonostante ritardi e, non di rado, brusche frenate; alle difficoltà interne, poi, si somma ancora l’ingerenza, non sempre velata, di potenze straniere.



__di


Pubblicato il


Leggi anche