Contatti

Direttore responsabile
Massimo Zaurrini
Direttore editoriale
Gianfranco Belgrano

Via Val Senio, 25 - 00141 Roma
+39 068860492 - +39 0692956629
Fax: +39 0692933897

Mail

captcha

Città sempre più smart, a Roma per discutere di soluzioni a vecchie e nuove sfide

Che cos’è una Smart City? Una città furba, intelligente. Ovvero una città in grado di utilizzare in maniera intelligente le soluzioni esistenti che consentono di saltare quegli ostacoli che finora ne avevano rallentato lo sviluppo. Di questo si parlerà oggi a Roma in occasione dell’ultimo side event collegato alla Conferenza Internazionale Città d’Africa tenutasi ieri alla Farnesina e organizzata dal Ministero degli Affari Esteri in collaborazione con Internationalia.
Per chi si occupa di Africa l’espressione ‘smart city’ al momento rimanda immediatamente ad alcuni importanti progetti annunciati e in parte in corso di realizzazione: da Konza City in Kenya a Hope City in Ghana passando per Eko Atlantic in Nigeria. Progetti relativi alla costruzione, da zero, di nuove città ipertecnologiche in grado di trasformarsi rapidamente in punti nevralgici dell’industria informatica e finanziaria internazionale.
Ma parlare di smart cities in Africa non può significare solo immaginare cittadelle tecnologiche o enclave esclusive isolate dai territori e dalle realtà che le circondano. Le smart cities in Africa vanno intese come un viaggio. Non come un punto di arrivo, ma come un percorso prevalentemente mentale che consenta di rispondere alle necessità del momento e del futuro delle città africane in maniera nuova, originale, innovativa, utilizzando al meglio le risorse e le soluzioni esistenti e quelle prospettate dalle rapide evoluzioni tecnologiche.
Ben venga quindi se ‘smart city’ sta diventando una sorta di slogan o di brand buono per il marketing, se questo consente di attirare l’attenzione di donors e aziende per rilanciare progetti di decentralizzazione amministrativa come Diamnadio in Senegal o Dodoma in Tanzania o progetti per nuove reti infrastrutturali.
Tutte le città sono uniche da un punto di vista geografico, architettonico, storico. D’altro canto, tutte le città hanno aspetti, problematiche e obiettivi comuni come la sicurezza dei propri cittadini e la fornitura di servizi, dall’acqua ai trasporti. Le città africane hanno particolari sfide che le attendono, a causa di anni di conflitti o di piani infrastrutturali trascurati o di tendenze che in altre zone del mondo sono ormai ferme, a cominciare dalla crescita demografica e dal rapido processo di inurbamento della popolazione dovuto alle migrazioni dalle campagne alle città



__di


Pubblicato il


Leggi anche