Contatti

Direttore responsabile
Massimo Zaurrini
Direttore editoriale
Gianfranco Belgrano

Via Val Senio, 25 - 00141 Roma
+39 068860492 - +39 0692956629
Fax: +39 0692933897

Mail

captcha

Appuntamento a Rennes per SPACE 2017: al centro allevamento e agricoltura, presente l’Africa

Sale a 1450 il numero delle aziende attese al Salone internazionale delle produzioni animali Crocevia europeo – SPACE 2017 in programma a Rennes, in Francia, dal 12 al 15 settembre prossimo.
Tra le numerose delegazioni internazionali sono registrati operatori economici ed istituzionali dell’Africa Occidentale, già presenti da qualche anno a questo salone di prima importanza per i protagonisti dell’agri-business e del settore dell’allevamento. In termini di volume e di affluenza, lo SPACE è infatti il secondo salone mondiale dei professionisti dell’allevamento.
Lo scorso anno hanno partecipato all’evento delegazioni di alto livello venute dalla Costa d’Avorio, dal Togo, dalla Guinea, dalla Nigeria e dal Camerun.
Numerosi saranno anche i visitatori dell’Africa settentrionale, che sarà rappresentata anche tra gli espositori, con professionisti dell’Algeria, della Tunisia e dell’Egitto.
Gli organizzatori fanno notare che è in progressione il numero di delegazioni dall’estero, circa 500, tra cui diverse aziende italiane. E’ da sottolineare inoltre che il 67% degli espositori ha già o intende avere un’attività rivolta all’internazionale.
Per questa 31° edizione, è previsto l’arrivo di circa 100.000 visitatori, tra cui 15.000 visitatori provenienti da 120 Paesi.
Come ogni anno dal 1995, durante il Salone verrà consegnato il premio Innov’Space, un riconoscimento che offre al vincitore una grande visibilità e opportunità commerciali. Sono in programma anche i concorsi di animali, sia a livello nazionale che internazionale, mentre nella sezione « Espace pour demain » (Spazio per domani) si parlerà di robotica al servizio dell’allevamento, nell’ottica che la robotizzazione possa rendere i mestieri dell’allevamento più attrattivi e meno faticosi, spingendo l’allevatore/agricoltore verso un lavoro più concentrato sulla ricerca, la tecnologia e la gestione.
Espositori e visitatori potranno anche partecipare gratuitamente a sessioni d’incontri B2B, tese a favorire la nascita di partenariati commerciali.
Tra le decine di conferenze che caratterizzeranno il Salone, alcune saranno dedicate a temi che riguardano l’Africa, come i IV Incontri avicoli africani ITAVI-Space sugli antibiotici ed eco-antibiotici nell’avicoltura.

© Riproduzione riservata

Per approfondire:

Una rivoluzione nell’allevamento: anche questo vuole la nuova Africa. Per i prossimi trent’anni la produzione e il consumo di alimenti di origine animale sono previsti in rapida crescita, segno dei cambiamenti in corso a livello economico e sociale e un’occasione che gli ancora piccoli allevatori locali non possono mancare.



__di


Pubblicato il


Leggi anche