Contatti

Direttore responsabile
Massimo Zaurrini
Direttore editoriale
Gianfranco Belgrano

Via Val Senio, 25 - 00141 Roma
+39 068860492 - +39 0692956629
Fax: +39 0692933897

Mail

captcha

Leaden Sky Field Thunderstorm Ears Campaign Wheat

Africa Australe: MIT di Boston annuncia riduzione produzione di grano per ragioni climatiche

Gli scienziati del Massachusetts Institute of Technology (MIT) di Boston hanno illustrato i rischi che potrebbero influenzare la produzione di grano nei prossimi anni in Africa australe a causa dell’innalzamento delle temperature e dell’aumento della siccità.Wheat_plantation,_Northern_sudan,_Karima
In uno studio pubblicato sul giornale “Earth’s Future”, gli scienziati hanno scritto che, se dal 2100 le temperature cresceranno in media di 4 gradi, gli Stati dell’Africa australe (i cosiddetti granai d’Africa), ridurranno la loro produzione di mais del 20%. Circa il 25% delle popolazione malnutrita vive in Africa sub-sahariana, dove circa 300 milioni di persone sono dipendenti dal grano come unica fonte di cibo. Il grano è il prodotto più coltivato in Africa e principalmente da contadini che sono fortemente dipendenti dalle piogge per l’irrigazione. “Il grano è una semente particolarmente sensibile alla siccità e fortemente legato alle precipitazioni”, ha detto Amy Dale, tra gli autori dello studio. La ricerca è stata condotta con un approccio basato su modelli multipli combinando simulazioni su come potrebbero cambiare i raccolti in base all’aumento delle temperature climatiche. Il risultato più pessimistico riguarda proprio l’Africa australe con una diminuzione del raccolto di grano stimata fino al 30% entro il 2090 e con lo Zambia tra i Paesi più colpiti con perdite superiori al 40%. [LS]

© Riproduzione riservata

Per approfondire:

Copertina-Agribusiness-150x210

È la chiave di volta dello sviluppo dell’Africa: dopo anni di abbandono e di trascuratezza l’Agricoltura è tornata ad essere considerata la Risorsa del continente. Sacrificata sull’altare della crescita industriale, della sete di materie prime e della finanza, l’agricoltura è tornata ad attirare l’attenzione di governi e comunità economica, ma anche di donors per lo sviluppo.

 



__di


Pubblicato il


Leggi anche