Contatti

Direttore responsabile
Massimo Zaurrini
Direttore editoriale
Gianfranco Belgrano

Via Val Senio, 25 - 00141 Roma
+39 068860492 - +39 0692956629
Fax: +39 0692933897

Mail

captcha

R.D. Congo: muore storica figura dell’opposizione

Figura di spicco dell’opposizione congolese da decenni, Etienne Tshisekedi è deceduto ieri pomeriggio all’età di 84 anni di un’embolia polmonare in un ospedale di Bruxelles, dov’era ricoverato per esami clinici.

Fondatore e leader del partito Unione per la democrazia e il progresso sociale (Udps) nel 1982, Tshisekedi è stato negli ultimi 35 anni l’emblema della resistenza e dell’opposizione politica dell’ex Zaire.

Dopo i primi passi in politica a fianco del dittatore Mobutu Sese Seko, di cui fu il ministro, nel 1980 allorché era deputato, Tshisekedi denunciò le derive del regime, trasformandosi in uno dei suoi peggiori nemici.

Alla caduta di Mobutu nel 1997, Tshisekedi rifiutò di accettare il trasferimento di potere fuori dalle urne a Laurent Désiré Kabila, di cui divenne a sua volta un rivale popolare  e populista. Più volte imprigionato e costretto agli arresti domiciliari, Tshisekedi non ha mai smesso di lottare politicamente per un cambiamento “democratico”.

Nel 2011, candidato alle elezioni presidenziali contro Joseph Kabila, Etienne Tsisekedi denunciò frodi nel conteggio dei voti e si autoproclamò presidente, contro il verdetto della commissione elettorale che proclamò Kabila vincitore. L’episodio suscitò tensioni e violenze tra simpatizzanti delle due fazioni.

Soltanto grazie alla mediazione della Chiesa congolese, l’anziano oppositore aveva accettato nelle scorse settimane di partecipare al dialogo nazionale voluto per evitare di far sprofondare il Congo in una nuova crisi a causa del rinvio delle elezioni generali.

Per approfondire:

Una mappa ragionata del continente con bilanci, prospettive e criticità: al suo interno sarà possibile consultare i dati sull’export italiano e il calendario delle iniziative dell’Agenzia ICE in Africa nel 2017, lo stato della crescita e delle tensioni nel continente, i Paesi che sono cresciuti di più nel 2016.

Una mappa ragionata del continente con bilanci, prospettive e criticità: al suo interno sarà possibile consultare i dati sull’export italiano e il calendario delle iniziative dell’Agenzia ICE in Africa nel 2017, lo stato della crescita e delle tensioni nel continente, i Paesi che sono cresciuti di più nel 2016.



__di


Pubblicato il


Leggi anche