Contatti

Direttore responsabile
Massimo Zaurrini
Direttore editoriale
Gianfranco Belgrano

Via Val Senio, 25 - 00141 Roma
+39 068860492 - +39 0692956629
Fax: +39 0692933897

Mail

captcha

IABW: è il momento di investire in Africa

“L’Italia è il partner ideale per il continente africano”, così ha detto, dando il via alla quarta edizione di Italia-Africa Business Week (Iabw), il presidente dell’iniziativa, Cleophas Adrien Dioma.

Alla cerimonia di apertura dell’iniziativa è intervenuta la viceministra degli Esteri e della Cooperazione internazionale Emanuela del Re, ribadendo che “è il momento di investire in Africa”.

Tassi di crescita macroeconomica in positivo, crescita demografica, aumento della classe media, nascita di un grande mercato continentale, diversificazione dell’economia, fanno dell’Africa un continente da considerare con  più attenzione, anche alla luce dei molti cambiamenti, dal punto di vista politico e sociale, degli ultimi 20 anni: “Con il risultato che vediamo oggi un’Africa matura, con un forte dinamismo e una forte consapevolezza» ha sottolineato Del Re.

Citando numeri diffusi dall’Agenzia Ice, nel 2019 il commercio dell’Italia con l’Africa ha rappresentato 19,5 miliardi di euro, un volume che può sembrare elevato ma che in realtà è molto basso considerando il resto degli scambi nel mercato mondiale.

“Spesso gli investitori disdegnano l’Africa” ha deplorato la viceministra, che si sta prodigando per invertire la tendenza.

“Mai come oggi le risorse verso l’Africa sono state così ampie” ha insistito, elencando sovvenzioni, prestiti, garanzie, finanziamenti agevolati, bandi, contributi per l’internazionalizzazione, molteplici strumenti sui quali si possono appoggiare operatori privati che vogliono interessarti all’Africa.

Ospite d’onore, il ministro esteri di Madagascar Tehindrazanarivelo Djacoba A. S. Oliva ha salutato lo sviluppo in aumento delle relazioni tra il suo Paese e l’Italia, relazioni vecchie di 59 anni. “Il tema di IV edizione, ‘rebranding Italy’, ci ricorda l’importanza di un immagine positiva e di un’aura attraente per stimolare gli scambi”, ha sottolineato il ministro. Lo Stato malgascio, ha aggiunto, ha dimostrato di volersi aprire alla diplomazia e di recuperare il ritardo accumulato. “L’Italia può essere un partner strategico nel nostro Paese, un Paese di grandi opportunità in molti settori: energie rinnovabili, turismo, agribusiness, ma anche industria, attraverso uno dei grandi progetti per l’industrializzazione, intitolato ‘One district, one factory’”.



__di


Pubblicato il


Leggi anche